OnePlus ha deciso di non produrre uno smartwatch

Durante il 2016 uno dei trend in maggiore crescita è sicuramente quello della wearable technology, la tecnologia da indossare. Secondo gli analisti proprio il 2016 sarà l'anno che sancirà la consacrazione di questa tecnologia anche a livello consumer. Uno po' tutte le aziende: da Apple a Samsung passando per Sony, LG e Huawei hanno deciso di investire in questo campo mentre qualcuno ha deciso di restarne fuori.

Questo qualcuno a cui faccio riferimento, nello specifico, è OnePlus. La famosa azienda Cinese che negli ultimi anni ha portato il suo prodotto in tutto il mondo e diffuso una vera e propria OnePlus Mania, ha deciso infatti, almeno per ora, di stare fuori dal settore della tecnologia indossabile.

A spiegare il perché ci ha pensato Pete Lau, CEO dell'aziende che in una intervista nella giornata di ieri ha spiegato che durante gli scorsi mesi, OnePlus aveva iniziato lo sviluppo di un dispositivo indossabile quasi portato a termine che però è stato cancellato a causa dell'andamento del mercato wearable e della giovane età di Android Wear, la piattaforma Google per i dispositivi indossabili.

La spiegazione di Lau è più che soddisfacente nonché logica è ponderata. Lau stesso spiega che l'azienda non può permettersi di lanciare sul mercato un dispositivo acerbo. La startup, perché OnePlus nonostante il successo è ancora una piccola realtà, punta sul mercato smartphone e nello specifico in Cina, dove la concorrenza è spietata.

Lau non ha escluso a priori la possibilità in futuro di vedere un dispositivo indossabile targato OnePlus quindi staremo a vedere.

Via | AndroidAuthority