La videochiamata è morta?

videochiamata

Doveva essere la rivoluzione del nuovo millennio: una tecnologia atta al riavvicinamento delle persone anche molto distanti tra di loro. La videochiamata, invece, sembra tutto tranne che una rivoluzione. In base a un sondaggio partito da questo blog lo scorso anno, infatti, si evince che quasi 9 persone su 10 non ne fanno uso, vale a dire la quasi totalità.

Il 7% effettua da 1 a 5 videochiamate al mese, mentre solo 1 persona ogni 100 ne fa un uso assiduo arrivando anche a 30 videochiamate al mese. Ma cosa ha portato al fallimento di questo sistema? Le ragioni sono essenzialmente 3:


  • Il rischio di privacy: effettuare una videochiamata permette all'interlocutore di sapere dove siamo e con chi siamo. Inoltre non ci mette a riparo dagli sguardi indiscreti di chi ci circonda.

  • La qualità del servizio: reti a volte instabili e connessione non sempre disponibile ci porta molto lontani dalla qualità audio/video mostrata nelle pubblicità di qualche anno fa, il che rende precaria una tecnologia che dovrebbe essere quasi perfetta.

  • I costi: perchè pagare 6 volte una telefonata che è possibile eseguire spendendo pochi centesimi? Gli operatori non si sono mai prodigati ad abbassare le tariffe eccetto alcune rare promozioni.

Tutto questo ci fa pensare che la videochiamata sia ormai un ricordo. Chissà se in futuro sarà rispolverata per una nuova vita.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: