Motoblur: il servizio di Motorola che integra Internet e Social Network e offre tracciamento e formattazione del cellulare da remoto


Insieme al Backflip, Motorola ha lanciato Motoblur, un servizio integrato al nuovo smartphone con Android. Il lancio di Backflip con Motoblur è l'inizio di una nuova strategia di Motorola.

Nei piani dell'azienda infatti ci sono una serie di smartphone con Android e Motoblur. Ma di cosa si tratta? Come anticipato, Motoblur è un servizio che integra il server di Motorola con il client sul Backflip (e sui prossimi smartphone della casa compatibili).

Grazie ad una serie di widget sviluppati per integrarsi al meglio con le caratteristiche del cellulare, Motoblur offre all'utente un'interfaccia personalizzata dedicata a social network e messaggistica.

Per risolvere il problema della pluralità di mezzi di comunicazione (Facebook, Twitter, e-mail, sms, chiamate), Motorola ha creato una rubrica unificata (nell'onda dell'idea iniziale di Visto Mobile ripresa da Vodafone 360) e i pannelli "messaggi" e "eventi".

Sulla schermata principale avremo quindi messaggi, eventi e status. L'ultimo permette di aggiornare il proprio stato su servizi come Twitter, Facebook ecc. scegliendo se mandare lo stesso messaggio su tutti i social network configurati o solo su alcuni.

Il pannello dei messaggi, invece, integra tutti i messaggi ricevuti via sms, mail, Facebook etc. e permette così di avere un centro messaggi unico personalizzabile con i filtri per evitare di essere sommersi dalle notifiche in caso aveste troppi amici.

Dal widget si può rispondere ai messaggi senza dover accedere al browser o al client Facebook/Twitter/MySpace/e-mail/ e risparmiando così la quantità di dati da scaricare e riducendo le spese di connessione.

L'altro pannello è quello degli eventi, con la stessa filosofia di quello dei messaggi e con le opzioni per accettare gli inviti spendendo pochissimi byte per la connessione.

Alla prima accensione del Backflip l'interfaccia chiederà di registrarsi (mail, nome utente e password) e permetterà di configurare i servizi da associare a Motoblur. Subito dopo il cellulare si sincronizzerà con il server e si inizieranno a ricevere messaggi e notifiche.

Accedendo al sito dedicato si potrà inoltre controllare il proprio cellulare e accedere a due servizi molto interessanti. Il primo prevede la possibilità di tracciare il cellulare tramite GPS e trovarlo sulle mappe di Google. In questo modo potremo sapere se l0 abbiamo lasciato in macchina o se si trova a Km di distanza da noi.

Perse le speranze di recuperarlo possiamo utilizzare la seconda opzione: il wipe da remoto. Con un semplice tasto si cancella tutto il contenuto del cellulare e i propri dati saranno al sicuro.

Successivamente basterà (finanze permettendo) ricomprare il cellulare o un modello più recente dotato di tecnologia Motoblur e attivare il backup da remoto e ripristinare dati e configurazioni in pochi minuti senza nessuno sforzo.

In conclusione la tecnologia Motoblur è un ottimo sistema che semplificherà l'utilizzo del cellulare e sarà sicuramente un elemento fidelizzante e differenziante per riportare al successo Motorola. Aspettiamo di poter provare il Backflip per approfondire l'argomento e riportavi le vostre impressioni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO