BlackBerry: il Regno Unito è il "faro" per entrare in Europa

BlackBerry, azienda con sede in Canada, sta cercando in ogni modo di dire ancora la sua nel mercato degli smartphone, nel quale fino ad ora ha subìto la concorrenza schiacciante di Apple e Google.

Per poterlo fare ora l’obiettivo è entrare in Europa. Il faro da seguire e la porta di ingresso per il “nostro” mercato è il Regno Unito, secondo Rob Orr, amministratore delegato presso BlackBerry UK. Secondo Orr “il mercato britannico è perfetto per entrare in Europa, oltre che in Africa e nel Medio Oriente”.

BlackBerry, buoni i rapporti con il Regno Unito

Per BlackBerry una parte significativa del business dal punto di vista aziendale è basato proprio nel Regno Unito. Se a questo si aggiunge che l’azienda ha dei buoni rapporto con tre importanti carrier britannici, ovvero O2, Vodafone e EE, la scelta del mercato d’oltre Manica appare sensata.

Secondo Orr, inoltre, “i nostri smartphone e le nostre piattaforme sono usate dal 95% delle prime 100 aziende del FTSE (per chi non lo sapesse, FTSE è l’indice azionario delle 100 più importanti aziende quotate al London Stock Exchange, la borsa di Londra). Il Regno Unito è stato inoltre il mercato dove abbiamo lanciato lo Z10 e il Q10, dunque questo mette in evidenza quanto esso sia importante per noi”.

BlackBerry e 4G

La lenta diffusione del 4G nel paese britannico non è un problema secondo BlackBerry, anche in considerazione del fatto che i due device già citati in precedenza (oltre che il nuovissimo BlackBerry Q5) sono già predisposti ad usare tale tecnologia non appena essa sarà pronta.

BlackBerry ed Europa: secondo voi questo matrimonio "s'avrà da fare"?

Via | techradar.com

  • shares
  • Mail