Ubuntu Edge, Canonical cerca fondi per lo smartphone

Canonical ha lanciato un'audace campagna di crowd-sourcing per lanciare quello che descrive come la Formula 1 della tecnologia mobile: lo smartphone Ubuntu Edge, ovviamente alimentato da sistema operativo Ubuntu OS.

Il riferimento di Canonical riguardo all'Ubuntu Edge è legato all'idea che sta dietro lo smartphone in questione, facendo un parallelo con la tecnologia automobilistica che viene continuamente perfezionata e messa alla prova in pista. Mark Shuttleworth, CEO di Canonical, spiega la necessità di una arena simile per la tecnologia mobile.

L'idea di Canonical


L'obiettivo della compagnia è quella di creare smartphone con tecnologia avanzata, basandosi sui finanziamenti da parte di appassionati e professionisti. Più che sull'hardware, il sistema operativo Ubuntu è incentrato su un'esperienza informatica coinvolgente e del tutto integrata, aperta agli sviluppatori.

Le future caratteristiche tecniche


Non sappiamo ancora quali saranno le precise caratteristiche tecniche, ma per il momento possiamo contare su vetro zaffiro per il display, che punterà tutto su fedeltà dei colori e una buona luminosità. Potrebbe essere un display da 4.5 pollici 1280x720. Al suo interno troveremo il processore multi-core "più veloce disponibile" attualmente, avrà "almeno" 4 GB di RAM e un minimo di 128 GB di storage. La fotocamera principale sarà molto probabilmente da 8 megapixel con fotocamera frontale da 2 megapixel. A livello di connettività troviamo Wi-Fi 802.11n, Bluetooth 4.0 LE e NFC. Le dimensioni saranno 64 millimetri x 9 millimetri x 124 millimetri complessivamente. Troveremo anche un chip dual-LTE per consentirne l'uso su qualsiasi rete 4G nel mondo. Perché l'Edge risulti davvero interessante, sarà caratterizzato da dual-boot Ubuntu Phone OS e Android.

La raccolta fondi


L'obiettivo complessivo della campagna è di raccogliere 32 milioni dollari di dollari, circa 1 milione di dollari al giorno. Se verrà raggiunta la cifra, Ubuntu Edge vedrà la luce la prossima primavera (maggio 2014).

Via Ubuntu Edge

  • shares
  • Mail