Gli smartphone cinesi raggiungo il 20% del totale delle vendite

I device prodotti di aziende cinesi hanno raggiunto la ragguardevole quota del 20% delle vendite totali di smartphone.

A mettere in evidenza questi dati è stata Canalys, azienda di ricerca indipendente che ha stimato in circa 238,1 milioni di unità le vendite di smartphone fatte, in tutto il mondo, durante il secondo trimestre 2013. Se compariamo tale dato con quello dello stesso periodo dello scorso anno, vediamo una crescita del 50%.

I cinque vendor cinesi (ovvero Lenovo, Yulong, Huawei, ZTE e Xiaomi) hanno raggiunto, come detto in apertura, l’interessante quota di mercato del 20% sul totale delle vendita, in crescita rispetto al 15% fatto registrare lo scorso anno.

Due aziende cinesi nella top 5

Addirittura due di queste aziende entrano nella top 5 delle aziende con le maggiori vendite. Si tratta di Lenovo e Yulong, che sono classificate rispettivamente terza e quarta, con 11,3 e 10,8 milioni di vendite nel secondo quarto di questo anno. Lenovo ha fatto segnare una crescita del 131%, mentre Yulong addirittura del 216%.

In testa sempre Samsung e Apple

In cima alla classifica ci sono, ovviamente, Samsung e Apple. La prima ha venduto 238,1 milioni di device, in crescita del 50%, mentre la seconda ha venduto 75,6 milioni di iPhone, in crescita del 20%.

Chiude questa particolare classifica la coreana LG, con 10,7 milioni di device venduti, in crescita del 93%.

Oriente batte occidente 4 a 1

Nella top 5 di Canalys vediamo ben 4 aziende orientali (2 cinesi e 2 sud coreane) contro una sola occidentale, segno che il mercato si sta continuando a spostare verso i paesi con gli occhi a mandorla.

Via | thenextweb.com

  • shares
  • Mail