Jolla con Sailfish OS, chiuse le prevendite. Esaurite le ordinazioni per la prima infornata

La società finlandese Jolla annuncia la chiusura del periodo di prevendita del suo primo smartphone omonimo. È stato raggiunto il numero massimo di ordinazioni per il primo lotto ma non ci sono informazioni sul numero esatto di dispositivi in arrivo.



Sailfish OS sarà il prossimo candidato ad entrare nel mondo mobile in diretta competizione con i concorrenti più agguerriti già presenti da lungo tempo. La casa produttrice del nuovo sistema operativo e dello smartphone ad esso legato è la startup finlandese Jolla, società nata dall’unione di alcuni ex-dipendenti Nokia.

Il team ha riesumato le ceneri del progetto della stessa Nokia conosciuto come MeeGo, tentando di dargli una direzione e renderlo in grado di competere con sistemi operativi, Android in primo luogo.

Raggiunto il limite dei pre-ordini, ma quali sono i numeri?


Jolla ha annunciato di aver posto termine alla prima tornata di pre-ordini, esaurendo le disponibilità di pezzi per il primo lotto in arrivo. La campagna di vendite era cominciata in maggio e proponeva di prenotare gratuitamente il telefono oppure di anticipare parte del costo, consegnando 40€ o 100€, per assicurarsi la priorità sull’ordine nonché alcuni trattamenti speciali.

Secondo quanto riportato da Jolla gli ordini sono giunti da 136 diversi paesi – ed è quindi questo il numero minimo di dispositivi che sarebbero stati ordinati – ma non si sbottona sulla quantità esatta di pezzi prenotati.

"Anche se Jolla non sta rivelando il numero esatto di dispositivi pre-ordinati si può dire che la proporzione di un lotto di posizione per un produttore mobile di questa portata sia tipicamene di 50.000 unità.” Così riporta TechCrunch.

Non rest ache attendere quindi la fine dell’anno per vedere quali saranno i risultati e sapere se aspettarci un altro periodo di pre-vendita o l’arrivo dello smartphone sugli scaffali.

Via | TechCrunch.com

  • shares
  • Mail