Android 4.4 sarà KitKat: cosa c'è dietro?

La prossima versione di Google Android si chiamerà KitKat, in onore al noto snack della Nestlé.

Si tratta di un ripensamento che è venuto praticamente improvviso, dato che si pensava che il nome in codice della nuova versione potesse essere Key Lime Pie.

Si tratta di un co-branding decisamente particolare, che non dovrebbe avere precedenti. Sappiamo che Google tende a chiamare le varie versioni del suo sistema operativo mobile con i nomi più disparati (tra gli altri abbiamo avuto in passato Gingerbread, Ice Cream Sandwich e Jelly Bean), ma decidere di usare il nome di un noto brand è una cosa nuova.

Android KitKat, qual è il motivo del co-branding?

Sembra che Google e Nestlé fossero in trattativa per il nome da dare alla nuova versione del sistema operativo dell’azienda di Mountian View sin da diversi mesi, con l’accordo che potrebbe essere stato finalizzato lo scorso febbraio. Nel frattempo, la casa svizzera ha iniziato a produrre, in gran segreto, 50 milioni di KitKat con la forma del noto robottino.

Secondo alcuni, l’unione con un noto marchio potrebbe spingere ancora di più gli utenti ad avere l’ultima versione del sistema operativo Android. Peccato che, sempre per il classico discorso di frammentazione, non tutti potranno “metterci le mani”. Oltre a questo, si tratta sicuramente di una bella pubblicità per Nestlé, considerando che Google Android è il sistema operativo mobile pià diffuso al mondo.

A questo punto le strade per il futuro sono tante. Le nuove versioni del sistema operativo di Google potrebbero tranquillamente prendere in prestito il nome di altre aziende.

Secondo voi è più bello “Android KitKat” o preferivate “Android Key Lime Pie”?

Via | reviews.cnet.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: