Il multitouch arriva sui display resistivi, grazie a Dual-Touch SDK per terminali con Windows Mobile


Negli ultimi due anni, i principali produttori di cellulari si sono sfidati con il lancio di nuovi prodotti e servizi più o meno rivoluzionari. Tra tutti, ad emergere è stata un'azienda nuova a questo campo, ovvero la Apple con i suoi iPhone

Tra i meriti da riconoscere alla società di Cupertino, vi è sicuramente quello di aver rivoluzionato una caratteristica prima sottovalutata nei terminali in questione: il display touchscreen. Oggi, a distanza di circa due anni, gli Smartphone adottano due tecnologie differenti gli schermi tattili: il touchscreen resistivo e quello capacitivo.

Com'è noto, il secondo è maggiormente apprezzato in quanto a precisione e flessibilità con l'utilizzo delle dita e, non a caso citavamo la Apple (prima tra tutte ad averla implementata), compatibile con la possibilità di sfruttare il multitouch. Sugli altri schermi resistivi, quindi, è una caratteristica non implementabile per le limitazioni hardware.

Tuttavia, dal team di XDA arriva la notizia che tale funzionalità è stata implementata via software, accorciando anche se di poco il gap tra le due due tecnologie. Si tratta di una soluzione che consente alcune gestures come il pinch to zoom (ovvero lo zoom a due dita) e la rotazione purchè sia solo un dito a scorrere nel senso opposto o convergente verso l'altro. Un prezzo notevole da pagare, giustificato in parte dalle possibili implementazioni, in applicazioni future, di questo nuovo progetto chiamato Dual-Touch.

Rilasciato sotto forma di SDK per sviluppatori, Dual-Touch è stato scritto da Adel Al Zubeir e rilasciato gratuitamente con la relativa documentazione al seguente indirizzo. Dato il fermento creato attorno al progetto, supportato dai terminali Windows Phone, si spera di vedere presto applicazioni che implementino questa soluzione.

[via IntoMobile]

  • shares
  • Mail