Tim: risolto dopo più di tre mesi il problema legato alle operazioni di ricarica per i numeri con prefisso 370

Tim L'allettante offerta destinata alle portabilità che prevede il raddoppio delle ricariche per 12 mesi ha sicuramente convinto molte persone ad abbandonare il proprio gestore per approdare nel porto della Tim: peccato, però, che l'arrivo a destinazione sia stato seguito in alcuni casi da difficoltà nell'utilizzare il servizio su cui si fonda il concetto di "ricaricabile".

Per alcuni nuovi clienti, infatti, dal momento in cui si è completata la pratica di mnp è risultato impossibile effettuare ricariche tramite RicariCard, chiamando o inviando un sms al numero 40916 o inserendo il codice della ricarica nell'area clienti online: questo disservizio si è manifestato per tutti coloro che hanno richiesto la portabilità di un numero che abbia prefisso 370, come quelli di Nòverca o Tiscali Mobile. Il problema si è verificato almeno a partire dalla seconda metà di marzo.

I clienti interessati dal problema non hanno potuto fare altro che segnalarlo agli operatori del 119 e inviare fax di reclamo al gestore: ogni tentativo di risoluzione da parte dell'assistenza clienti è andato fallito e si è concluso in un ulteriore sollecito. In attesa di una risoluzione del disservizio, il cliente è stato invitato ad effettuare le operazioni di ricarica attraverso gli altri canali a disposizione (web, carta di credito, ricevitorie...). Le segnalazioni sono state girate di reparto in reparto in cerca di una soluzione.


All'inizio del mese di giugno, in collaborazione con la redazione di Mondo3, tramite l'ufficio stampa Telecom è stata chiesta la posizione ufficiale del gestore sul problema: nella risposta è stata indicata la causa del disservizio in una anomalia dei sistemi informatici che gestiscono le operazioni di ricarica tramite RicariCard sul prefisso 370. Nella stessa mail il gestore ha confermato l'impegno per una rapida risoluzione del disservizio.

Finalmente a partire da lunedì scorso, 21 giugno, il problema è stato risolto e il servizio di ricarica riportato alla piena funzionalità per tutti i clienti. L'intervento ha richiesto, però, un tempo molto lungo per la risoluzione: coloro che hanno attivato la linea nel corso del mese di marzo chiedendo la portabilità hanno dovuto attendere circa tre mesi, periodo in cui è stata limitata la possibilità di sfruttare al meglio i vantaggi della promozione collegata alla mnp. I clienti potranno provare a chiedere un rimborso appellandosi alla carta dei servizi del gestore.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: