Periferiche usb collegate al Nexus One

Nexus One usb host mode

Fin dalla sua uscita Android è stato protagonista di un ciclo di vita del software molto veloce. Da pochi giorni però Google ha dichiarato ufficialmente tramite il comunicato del vice presidente Andy Rubin che i rilasci verranno effettuati annualmente, per dare una maggiore stabilità al mercato. Nonostante questo ci sono persone, come Sven Killig, che in proprio sviluppano funzionalità a dir poco sbalorditive.

Il tedesco originario della Baveria, ha sviluppato un test, dove si notano funzionare periferiche usb esterne. Il video visibile dopo il salto, mostra in sequenza l'utlizzo di una penna usb per la riproduzione di un film, una tastiera, una fotocamera e un monitor collegato attraverso un adattatore da usb a dvi sul quale fa partire un server X11.

Tutte queste periferiche sono state collegate con un doppio cavo ad un hub usb alimentato in modo da fornire l'energia necessaria al loro corretto funzionamento compreso il Nexus One.

L'hardware e il software necessario per mettere in pratica quello che viene mostrato nel video è descritto a questo indirizzo. Sconsigliamo vivamente anche solo di tentare, perché la procedura per farlo è ad esclusivo appannaggio dei più esperti.

Prima di terminare questo post, volevo esprimere alcune considerazioni, magari fantasticando anche un po', sul futuro di Android. Visto l'imminente uscita di processori Snapdragon sempre più potenti, non è impensabile che un terminale mobile possa essere usato come sostituto del portatile che usiamo tutti nella nostra vita quotidina. In mobilità potremmo usufruire di un terminale come facciamo ora tutti i giorni, con il vantaggio che quando arriviamo a lavoro, basterebbe collegarlo al nostro hub usb per avere subito a disposizione una tastiera, un monitor e perché no anche una stampante. Il futuro sembra già presente.

[via engadget.com]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: