iPhone 6 e iOS 8 già il prossimo mese di maggio?

Il presente di Apple è costituito da iOS 7.0.4, iPhone 5s e 5c e il jailbreak evasi0n7 che così tanto ha fatto discutere negli ultimi giorni.

Apple 2014

 

Come sempre accade si parla già del prossimo futuro che a marzo dovrebbe chiamarsi iOS 7.1, con importanti novità sull’utilizzo degli iDevice in automobile.

Ma si guarda un po’ più in là, all’ormai mitico iPhone 6, con a supporto un iPhone 6c, e iOS 8 che sono già in molti ad ipotizzare e concettualizzare, con tutte le feature che vorrebbero per il nuovo sistema operativo mobile di Cupertino.

Come ogni anno si parla già di un’uscita anticipata, per contrastare tutte le novità che la concorrenza sta già preparando, e non sono poche, che si dice potrebbe già avvenire durante il mese di maggio. E come ogni anno ci pare improbabile che la cosa avvenga prima dell’estate, solitamente alla fine della medesima.

Un iPhone più grande


Quel che pare ormai assodato è che non saranno poche le novità del nuovo smartphone di Cupertino, che tutti si attendono più grande, 4,6" o 4,8", nonostante l’azienda californiana non pare credere, almeno per il momento, nei tanto celebrati phablet, forte anche dei vendutissimi iPad per il segmento tablet.

iPad da 12" e parecchie novità software


Grandi novità per l’assistente vocale Siri, che stenta a decollare, maggior velocità al processore, più RAM è quello che ci si attende da uno dei prodotti più venduti in assoluto, siamo curiosi di esaminare i dati del presente trimestre, oggi alla fine.

L'orologio elle meraviglie


iWatch, iPad Pro da 12,9" le altre delicatezze attese, confezionate dalla premiata pasticceria Apple che nel 2014 non vorrà certo perdere terreno ma dovrà per forza guardarsi oltre che da i soliti noti anche da tutti i nuovi costruttori che stano sfornando dispositivi a raffica e, forti di prezzi più che interessanti, erodendo importanti quote di mercato a tutti i colossi del passato mainstream dell’elettronica.

Il pericolo viene dall'est


Cina e India si stanno facendo sotto e per nessuno sarà facile contrastarne l’avanzata. Solo continuando a proporre prodotti appetibili e sempre al top sarà possibile mantenere a due cifre il livello di quota di mercato e di miglioramenti nelle vendite. Quel che possiamo già dire, a fine 2013, è che sicuramente ne vedremo (ancora) delle belle.

  • shares
  • Mail