Nokia vince un’ingiunzione contro tutti i dispositivi HTC in Germania

La compagnia finlandese riesce ad ottenere dal tribunale tedesco un’ingiunzione contro tutti i dispositivi HTC che violano uno dei brevetti relativi al trasferimento dati tra terminali. Il produttore asiatico si prepara a fare ricorso, la lotta è accesa.



Prosegue un ennesimo capitolo dell’interminabile ed accesa lotta ai vertici del mercato tra i produttori di tecnologia da consumo. La vicenda vede confrontarsi i due schieramenti di Nokia ed HTC in una diatriba che concerne alcuni brevetti.

Il teatro del conflitto è questa volta la Germania dove Nokia è riuscita ad ottenere un’ingiunzione contro un’ampia fetta dei prodotti di HTC che saranno non solo banditi ma anche ritirati dagli scaffali.

Banditi gli smartphone HTC?


Ad emettere la sentenza è stato il giudice Dr. Matthias Zigann della Corte Regionale di Monaco. La contesa riguarda la violazione del brevetto europeo EP1148681 che concerne il trasferimento di informazioni sulle risorse tra due dispositivi connessi direttamente tra di loro via NFC o Bluetooth.

La compagnia finlandese ha citato HTC per la violazione del suddetto brevetto e la sentenza prevede il bando permanente dei dispositivi incriminati, ovvero quasi tutti i modelli Android. Il produttore Taiwanese però e già pronto a fare ricorso e Nokia dovrà versare un bond di 400 milioni di Euro, nel caso HTC risultasse vincitore, per i mancati profitti causati dal bando.

Questo non è il primo caso che vede affrontarsi Nokia ed HTC, segue infatti le vicende svoltesi nel Regno Unito dove il produttore finnico era riuscito ad ottenere il blocco di alcuni prodotti HTC per simili motivazioni.

Via | Phonearena.com

  • shares
  • Mail