Nel 2013 consegnati 1 miliardo di smartphone, bastano?

Parafrasando il titolo di un vecchio film...2013 anno del contatto smart.

Sono 1 miliardo gli smartphone consegnati nel corso dell’anno, un settimo di quella che è la popolazione mondiale, indice di una svolta già iniziata negli anni precedenti, peraltro, ma che l’anno scorso ha visto la sua definitiva consacrazione.

Da una parte la voglia di una svolta tecnologica da parte di una grossa fetta di utenti, dall’altro il continuo calare dei prezzi che ha convinto anche i più scettici a riporre nel cassetto il vecchio telefono che, incredibile, telefonava e inviava messaggi. Gli smart superano i semplici phone, vendendo più di metà del totale dei dispositivi telefonici consegnati nel corso dell’anno.

La coreana Samsung a trainare il carretto delle incredibili vendite, molto meglio dell’americana Apple che vende la metà della concorrente ma di soli iPhone, telefoni notoriamente di fascia molto alta.

Samsung leader mondiale


Parlando di freddi numeri è stata la società di ricerche International Data Corporation (IDC) a dirci che nel 2013 le consegne di smartphone sono aumentate del 38,4%, non poco rispetto al 2012, con il 55,1% di presenza nell’intero mercato telefonico contro il 41,7% dell’anno precedente. Come detto Samsung padrona del mercato con 446,7 milioni di pezzi consegnati (il 24,5% del mercato) seguita da Nokia (con il 13,8%) e Apple al terzo posto con l’8,4% del mercato, ma con il solo iPhone.

Nokia e Apple incalzano


Nell'intero 2013 Samsung è leader del settore mobile, non solo quello degli smartphone, con 446,7 milioni di pezzi su un totale di 1,82 miliardi e ha anche incrementato la sua quota dal 23,6% al 24,5%, sempre seguita da Nokia con 251 milioni di pezzi (13,8% dal 19,3%) e quindi da Apple con 153,4 milioni (8,4% di quota di mercato dal precedente 7,8%).

Smartphone inarrestabili


A tutto smartphone, senza dubbio, anche nel 2014 quando i costruttori si incrementeranno e i prezzi, c’è da augurarselo, scenderanno ancora rendendo il segmento ancor più accessibile. Tutto ciò favorirà anche il mercato di sostituzione, allettato dalle novità in arrivo tra cui gli schermi ancor più definiti e i nuovi processori ancor più veloci.

Via | IDC

  • shares
  • Mail