Nokia N97 mini, il piccolo grande Smartphone finlandese recensito per voi

Nokia N97 mini recensione completa

Presentato durante il Nokia World 2009, il modello di punta Nokia N97 mini ha riscosso un discreto successo. Complice il prezzo, dopo un paio di mesi letteralmente crollato, complici le innovazioni (o correzioni) apportate rispetto al suo predecessore N97; questo modello, attualmente, è il top di gamma insieme al Nokia N900 e il suo fratello maggiore, per l'appunto.

Vi proponiamo la nostra recensione dopo alcune settimane di uso intensivo, con la speranza di illuminarvi in una eventuale scelta: Nokia N8 è sempre più imminente, ma questo Nokia N97 mini può far gola a molti per via del prezzo (intorno ai 399€) e alla tastiera QWERTY. Tante le innovazioni di Nokia, sia dal punto di vista hardware che da quello software, anche se non proprio tutto ci ha convinto. Il modello a nostra disposizione per questo test è un N97 mini color bianco, ultimissimo firmware 12, versione cosiddetta Travel Edition o Navigation (non è una vera e propria versione, sono i nuovi lotti in vendita da pochi mesi).

Non ci soffermiamo sulla confezione, poco differente da quella del modello Cherry Black mostratovi qualche mese fa. Sottolineiamo, invece, la presenza di due accessori interessanti presenti nella scatola di questo modello travel edition: il caricabatteria da auto e il supporto a ventosa. Ricordiamo che questo Smartphone dispone della navigazione gratuita in auto e pedonale di Ovi Maps. Partiamo con il primo contatto.

Hardware e materiali.

Stupisce: i dettagli che saltano subito all'occhio sono le dimensioni (113 x 52,5 x 14,2 mm per un volume di appena 75cc), la cornice argentata nel bordo (dona un tocco di eleganza e sobrietà) e il vano copri batteria totalmente in alluminio. Quest'ultimo dettaglio ci fa capire che siamo di fronte ad un terminale di Nokia decisamente ben assemblato, per lo meno nella cura dei particolari.

Il corpo del telefono, fatto salvo per il coperchio batteria, è interamente in plastica e dopo un po' di utilizzo si può avvertire qualche scricchiolio nelle parti basse e più esterne (ad esempio in prossimità della tastiera estesa). I lati del telefono sono quasi tutti occupati da tasti o componenti, partiamo con ordine. Il lato superiore presenta un ingresso audio/video (nell'ultimo caso uscita) per il collegamento tramite Jack da 3,5mm delle cuffie auricolari, oppure del cavo TV non fornito in dotazione.

Di lato troviamo la levetta per il blocco/sblocco telefono, la porta microUSB per la ricarica e trasferimento dati con relativo indicatore LED (una luce bianca che indica la carica della batteria), le due casse stereo e per finire, nella parte superiore, i tasti dedicati alla fotocamera. Questo cameraphone, come ogni Serie N che si rispetti, monta delle lenti Carl Zeiss con auto focus da 5MP con apertura di 2.8mm e lunghezza focale 5.4mm, la quale restituisce ottimi scatti in condizioni favorevoli e vanta per le riprese notturne un doppio flash LED.

Completano l'hardware esterno il display da 3.2 pollici di tipo TFT a 16 milioni di colori con tecnologia touchsreen resistiva, i tasti inizio e fine chiamata, il tasto menù in simil alluminio ed i vari sensori posti all'estremità del telefono (tra i quali figura anche una fotocamera frontale). Terminato questo giro panoramico, parliamo ora dell'hardware interno per poterci fare un'idea delle potenzialità di questo terminale.

Equipaggiato con un processore ARM 11 da 434MHz, non il top sul mercato ma in ogni caso un ottimo calcolatore, coadiuvato da ben 128MB di memoria RAM: appena 60MB liberi all'avvio del telefono, che scendono sotto i 40MB con il normale utilizzo. Per fare un esempio, il vetusto Nokia N82 offre oltre 80MB di ram all'avvio e così anche il Communicator E90.

Se la RAM scarseggia proprio, e ne risentono la navigazione Web con il multitasking spinto, la memoria interna abbonda: 250MB circa nel disco C più gli 8GB della memoria di massa integrata, espandibili con microSD fino a 16GB (noi abbiamo provato una 8GB di classe 4 e il telefono non manifesta rallentamenti). Diversi i sensori, dall'accelerometro al sensore di prossimità che spegne lo schermo durante la chiamata (iPhone docet), dalla bussola digitale al ricevitore GPS per la navigazione. La tipologia del telefono non è propriamente candybar, nonostante si presti anche nell'utilizzo con una sola mano, possiede una slitta che nasconde una tastiera QWERTY a tre file con un layout ad isola per i tasti.

L'utilizzo della messaggistica è un po' contorto: la tastiera fisica si comporta molto bene, occorre farci un po' di abitudine vista la forza da impiegare per la pressione, quella virtuale è una catastrofe. Bocciato il tastierino alfanumerico del Nokia N97 mini. Non solo non è disponibile la tastiera QWERTY virtuale, roba da poco, ma il software del T9 è decisamente limitato a pochissime parole, quasi castrato rispetto ad ogni altro terminale dotato di tastiera fisica alfanumerica.

Impossibile utilizzare la punteggiatura senza frustrazioni o qualche piccolo smile di contorno. Un difetto software che pare essere piuttosto una grossa mancanza da parte di Nokia, infatti, basterebbe semplicemente dotare il mini di un dizionario un po' più ampio e pratico. Da questo punto di vista, voto decisamente insufficiente. Per l'utilizzo lavorativo, ho qualche dubbio. La tastiera fisica, permette sì di scrivere lunghi testi, ma senza un supporto virtuale decente è poco pratico scrivere costantemente a due mani e si rimpiange la buona vecchia keyboard del Nokia E75 / 5730 XpressMusic.

Una menzione allo schermo con tecnologia resistiva: nella confezione non è presente alcun pennino in quanto la UI dovrebbe esser cliccabile in ogni punto senza bisogno di tale supporto. Come si sa, i display resistivi necessitano di una leggera pressione per l'input e in questo senso la sensibilità è abbastanza buona. Tuttavia, per colpa di tale tecnologia (o per colpa di quella capacitiva di iPhone e compagnia che rendono difficile il passaggio a questa) la scrittura sulla tastiera virtuale, oltre ai problemi citati prima, rallenta quando non si prende bene un tasto, costringendo a ripetere la pressione con maggior precisione.

A causa della tecnologia resistiva, quindi, alcune operazioni potrebbero risultare più macchinose rispetto al previsto. A prescindere, invece, dalla tecnologia adottata per il touch, lo schermo è completamente illeggibile sotto la luce diretta del sole. Apriamo una parentesi sull'autonomia fornita dalla batteria di "appena" 1200mAh di capacità: dopo una giornata non intensiva è già a terra: bastano molti SMS, poca connettività e pochissime chiamate. Mentre con un utilizzo più spinto arriviamo a malapena a sera.

Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa

Software preinstallato e funzionalità.

Il sistema operativo che gira su questo Nokia N97 mini, è la prima versione di Symbian ^1, conosciuto meglio come Symbian S60 5th edition, una reincarnazione dell'ultimo sistema 9.3 per i terminali classici. Proprio quest'ultima osservazione fa riflettere sul fatto che, pur essendo perfettamente utilizzabile, non dimostra alcunché di nuovo e pare qualcosa di già visto.

Fin dal lancio, questo terminale ha beneficiato onboard un firmware definito "avanzato" che implementava il tanto agognato scrolling cinetico. Dal firmware di partenza si è passati, tramite due puntate, ad un firmware intermedio come è quello in nostro possesso nel momento della prova.

Diciamo subito che il terminale è veloce ma, ci sono diversi ma: quando le applicazioni iniziano ad essere tante, scorrere l'elenco con il dito, tirando verso l'alto, non è fluido e piacevole come ci si aspetta o come accade, invece, nella consultazione della rubrica o nella navigazione Web. Navigare con il browser di serie è un piacere grazie all'aggiornamento continuo di Nokia ed all'integrazione di Flash Lite che apre le porte a molti siti disegnati con tale tecnologia.

Per contro, come abbiamo già avuto modo di dire, il terminale è assetato di RAM, e durante la navigazione questa saturerà facilmente. Elemento software molto esigente in termini di memoria, è la homescreen. A partire dal modello N97 "big", Nokia ha introdotto la schermata principale personalizzabile tramite svariati Widgets. La stessa che vedremo (ottimizzata) anche nel Nokia N8 e che sarà ad appannaggio unicamente dei terminali di fascia alta.

Tramite la schermata principale potremmo accedere rapidamente a: profili d'uso e sveglie; contatti preferiti per inviare rapidamente un messaggio, una mail oppure far partire la chiamata; gli appuntamenti in agenda e così via. Facebook è praticamente integrato e tramite connessione riceve in tempo reale gli aggiornamenti. Quello che mancava l'abbiamo aggiunto facilmente con Ovi Store, ad esempio AccuWeather per le previsioni meteorologiche. Più Widgets con accesso alla rete inserite e meno vi durerà la batteria.

Tuttavia, la possibilità di impostare la schermata in offline permetterà di risparmiare in termini di autonomia e costi per la connessione. Manca il trasmettitore FM che, personalmente, trovo molto utile per trasmettere la musica ad un impianto stereo esterno. Ottime le funzionalità musicali, prontamente integrate dai comandi sul cavo delle cuffie auricolari.

L'audio è ottimo anche in conversazione, specialmente con il vivavoce che si attiva comodamente facendo scorrere lo slide della QWERTY. Tanti i programmi installati, finalmente, il colosso finlandese ha capito che è bene dare un assaggio delle applicazioni e giochi fruibili sui propri Smartphone.

Sono disponibili diverse utility dalla produttività Office (castrata), al tempo libero con programmi del calibro di World Traveler, JoikuSpot, Qik, Vlingo e così via. Nota dolente per la produttività: se per Quickoffice siamo ormai abituati alla sola versione free per la visualizzazione dei documenti (mentre sui Serie E vi è la Premium con le funzionalità di modifiche), per i Symbian ^1 manca il supporto ai PDF.

O almeno mancherà dopo lo scadere dei 15 giorni di prova per Adobe Reader, prodotto sempre dalla QuickOffice. Fortunatamente, anche in questo caso, su Ovi Store troviamo per "soli" 3€ l'ottimo PDF+ Basic per avere un supporto illimitato a tali tipi di documenti.

Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa

Conclusioni.

In chiusura cerchiamo di fare una carrellata di Pro e Contro sugli aspetti di cui abbiamo parlato e partiamo da questi ultimi che, purtroppo, ci hanno preso subito:

Contro:


  • Il tastierino alfanumerico virtuale vanifica l'ottima esperienza degli ultimi 10 anni di T9 Nokia, frustrante scrivere ed utilizzare le parole più comuni: scordatevi l'utilizzo della punteggiatura
  • Schermo illeggibile con forte luce naturale, è un problema che affliggeva gli AMOLED e questo non può vantarsi di esserlo
  • UI già vista, Symbian ^1 non colpisce per le novità, fatta eccezione per i Widgets in homescreen: alcuni bottoni sono al limite del cliccabile sullo schermo
  • Autonomia: un centinaio di SMS, poche chiamate sotto 3G e pochissimi accessi alla rete via Wi-Fi prosciugano la batteria in meno di 24 ore
  • Connessione (quasi) veloce: il limite ai 3.6Mbps segna l'obsolescenza in termini di innovazione e passo coi tempi, anche il più economico dei Serie E va più veloce ed è anche HSUPA
  • Poca RAM, ma questo dipende molto dall'utilizzo di tutti i giorni. Non abbiamo avuto nessun crash nè riavvio del sistema

Ora i pregi, escludendo il design che è un fatto soggettivo (ma sicuramente ben studiato):


  • Dimensioni davvero ridotte
  • Tasto menù che lampeggia per le notifiche su chiamate, messaggi tradizionali o email
  • Tastiera comoda e rapida da utilizzare, compensa l'handicap di quella virtuale e lo slide è di ottima fattura
  • Buona risoluzione dello schermo wide con 640 x 360 pixel
  • Supporto ad Ovi Maps con navigazione gratuita in tutto il mondo: il miglior sistema di navigazione finora provato sul piccolo schermo
  • Homescreen personalizzabile da centinaia di widgets scaricabili dalla rete
  • Velocità generale più che ottima
  • Buon assemblaggio e buoni materiali

Il Nokia N97 mini passa la nostra prova. Il voto è inferiore alle aspettative, sono tante quelle deluse a partire dalla scarsa fruibilità del display touch screen per scrivere un breve testo o messaggio senza aprire la tastiera. L'autonomia non è eccezionale ma, si sà, è un problema che affligge parecchi Smartphone multimediali.

Se cercate un buon terminale per la messaggistica e la possibilità di usufruire di un ottimo navigatore satellitare (in questo caso cercate la versione travel con supporto da auto e caricabatteria), potrete buttarvi su questo device top di gamma. Se vi siete ormai abituati ad una tastiera virtuale touch e potete rinunciare ad una buona QWERTY, allora è bene che aspettiate il nuovo Nokia N8 perchè da questo punto di vista, il mini, rimane un "ibrido" appena sufficiente tra modello tradizionale e dispositivo full touchscreen.

Nokia N97 mini recensione completa

Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa
Nokia N97 mini recensione completa

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: