Samsung e Cisco, accordo sui brevetti raggiunto: "Insieme per l'innovazione"

Ancora accordi in casa Samsung: questa volta con Cisco

L'accordo sui brevetti fra Samsung e Cisco è stato finalmente raggiunto: si tratta - come ben sapete - soltanto di uno dei tanti patti stipulati fra i coreani e le altre aziende del settore, perché va ad aggiungersi, qualora vi fosse sfuggito, alle alleanze siglate con Ericsson e Google; l'obiettivo è quello di evitare che guerre legali impediscano a tutte le compagnie di perder tempo, permettendo a entrambe le aziende di concentrarsi maggiormente sull'innovazione tecnologica: scopo che pare non essere condiviso da Apple, visto che finora l'azienda non ha firmato patti con nessuna società (e non ingiustamente, visto che difendere le proprietà intellettuali che si possiedono è legittimo).

Samsung e Cisco hanno dunque deciso di collaborare, permettendo l'una all'altra di sfruttare i brevetti della controparte per i prossimi dieci anni; non sappiamo se la collaborazione si estenderà anche ad altro, ma è probabile, se considerate che forse Google tra le clausole del contratto avrebbe imposto a Samsung pure di non personalizzare eccessivamente Android e le applicazioni ad esso associate.

Dan Lang, vice presidente delle proprietà intellettuali di Cisco, si è detto davvero soddisfatto del lavoro svolto dai vertici aziendali per arrivare all'accordo:

"Al giorno d'oggi - queste, le sue parole - l'innovazione è soffocata da un ambiente che è diventato troppo litigioso. Samsung e Cisco, grazie a questo accordo di cross-licensing, stanno cercando di invertire la tendenza, al fine di favorire l'innovazione".

Quali altri accordi dobbiamo aspettarci da Samsung?

Via | Engadget

  • shares
  • Mail