Tim Cook punzecchia Google: "Non si interessava di Motorola"

Tim Cook si è lasciato andare a dichiarazioni piuttosto pesanti sul rapporto fra Google e Motorola

Tutti noi sappiamo che Google ha venduto Motorola a Lenovo per la bellezza di circa 12.5 miliardi di dollari, somma che consentirà all'azienda di mantenere tutti i brevetti della compagnia alata e di pensare più al reparto software - in cui è quasi imbattibile - che a quello hardware. Non tutti hanno visto di buon occhio questa scelta e Tim Cook, noto CEO Apple, ne ha approfittato per lanciare una stoccata alla sua storica rivale.

Il punto focale dell'intervista rilasciata a The Wall Street Journal è proprio il rapporto che il colosso della ricerca aveva con Motorola: secondo Cook, che non si è detto sorpreso dell'operazione, "Google non si interessava di Motorola" e non è riuscito a ottenere dei grandi risultati, perché è

"difficile costruire hardware, sviluppare software e servizi contemporaneamente, ecco perché Apple è speciale. Ma si tratta comunque di un'operazione logica per Google".

Apple porta acqua al suo mulino


Google vs apple

Apple è speciale e il suo lavoro è di grande qualità: su questo c'è poco da discutere, visto che i risultati parlano chiaro. Ricordiamo a Tim Cook, però, che il sistema operativo sviluppato dal colosso di Mountain View è riuscito a conquistare non pochi produttori e che adesso - certo non per volere del caso - è il più usato nel mondo della tecnologia. Sarà pure speciale Apple, insomma, ma Google non è certo da meno.

E se pensate che abbiamo voluto trovare per forza della cattiveria in queste dichiarazioni, vi sbagliate di grosso perché Cook ha proprio sottolineato in seguito quanto l'esperienza dei tablet Android sia scadente:

"L'esperienza tablet di Android è molto scadente in quanto non ci sono molte applicazioni native".

Vedremo se e quando Google risponderà a queste provocazioni.

Via | The Wall Street Journal

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: