Recensione BlackBerry Curve 3G 9300: smartphone economico ma completo

BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo

Dopo averlo provato eccovi le nostre impressioni sul nuovo BlackBerry Curve 3G, ultimo nato in casa RIM e primo da tenere in considerazione se volete entrare nel mondo BlackBerry con uno smartphone dal prezzo basso ma completo di tutte le caratteristiche.

A differenza del Curve 8520, più economico, il Curve 3G aggiunge come da nome il modulo 3G per migliorare la velocità di navigazione specie nella visualizzazione di contenuti multimediali e il ricevitore GPS.

L'utilizzo di un case in plastica non lo rende certamente blasonato con un Bold 2 ma permette di ridurre i costi e soprattutto il peso (104 grammi), rendendo il Curve 3G quasi invisibile in tasca grazie anche alle dimensioni compatte.

Prima di proseguire facciamo una rapida panoramica sulle caratteristiche tecniche per chi se le fosse perse. Il Curve 3G è governato da un processore a 624 Mhz che lavora con 256 MB di RAM e 256 MB di memoria interna. Nella confezione troviamo una microSD da 2GB ma possiamo usarne fino a 32 GB.

BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo

BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo
BlackBerry Curve 3G: foto dal vivo

Il display non è modernissimo e ha risoluzione di 320x240: nella pratica abbiamo trovato limitante questo aspetto principalmente per la navigazione web. L'area delle pagine visualizzata sullo schermo è troppo ridotta per leggerla quando si utilizza lo zoom e ci siamo trovati spesso costretti a muovere avanti e indietro il cursore tramite touchpad per leggere i contenuti.

A compensare questo fatto viene incontro la buona velocità nel rendering della pagine, velocità che verrà ulteriormente migliorata quando il Curve 3G sarà aggiornato a BlackBerry 6, nuova versione del sistema operativo di RIM.

Prestazioni da gamma media anche per la fotocamera da 2 megapixel che registra video a 320 x 240 e deficita di flash. D'altronde non si tratta di uno smartphone top di gamma e il prezzo giustifica questi due punti deboli.

Punti deboli che vengono bilanciati da quelli forti: la batteria da 1150 mAh è perfettamente dimensionata per questo modello e ci ha permesso di raggiungere l'intera giornata di utilizzo intenso (tenendo acceso il Wi-Fi e il GPS più volte per il geotag e per qualche percorso con Google Maps) e raddoppiarla con un'uso medio delle funzioni più esigenti (Wi-Fi, GPS).

Parlando proprio di questi ultimi due punti non ci si può lamentare: il Wi-Fi (802.11 b/g/n) funziona perfettamente e il GPS è rapido nel fix e stabile anche in città.

Chiudono la dotazione il Bluetooth 2.1 e il jack da 3.5 mm. Jack al quale si possono collegare le cuffie e sfruttare i comandi di riproduzione multimediale (play/pausa, brano successivo, brano precedente e muto) posti sulla parte alta della scocca.

Passando alla tastiera, il Curve 3G fa economia di spazio e quindi riduce anche la dimensione dei tasti. Nonostante la distanza tra essi sia comunque sufficiente, l'esperienza "digitativa" con Bold e Bold 2 è migliore e se venite da uno smartphone di quel tipo potreste trovarvi a dover prendere la mano con i tastini di questo device.

Niente da eccepire, invece, sulla risposta dei tasti, sempre pronti e comodi da utilizzare una volta prese le misure, specie per chi ha le dita grandi.

Pochi problemi anche per il modulo telefonico e gli altoparlanti. La ricezione è stabile e nella norma anche nelle zone dove si prendono una/due tacche e l'altoparlante del vivavoce è chiaro e potente. L'unico accorgimento da tenere è di non ascoltare musica tramite lo speaker del telefono: troppi disturbi che farebbero storcere il naso anche ai non audiofili, meglio usare le cuffie che garantiscono un buon ascolto.

In conclusione il Curve 3G 9300 è uno smartphone che fa del suo punto di forza il rapporto qualità/prezzo. Ha tutto quello che hanno "i più grandi" e deficita, secondo noi, solamente di una cosa: la risoluzione dello schermo.

Un 640x480, infatti, sarebbe l'ideale per navigare in Internet senza rimpiangere l'esperienza PC e con il Curve 3G questo non avviene: le pagine sono renderizzate come su computer ma il fatto di non poterle leggere senza zoomare e trovarci poi costretti a muovere il cursore per completare le frasi è limitante.

Per il resto il prezzo è comunque ottimo e consigliamo questo modello a chi vuole approcciare il mondo BlackBerry o a chi cerca uno smartphone dal sistema operativo stabile, fluido e con una buona durata della batteria. Ovviamente lo consigliamo anche per tutti i vantaggi della piattaforma BlackBerry e per l'espandibilità a BlackBerry OS 6, queste però sono caratteristiche comuni a più smartphone di RIM...

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO