Gli schermi capacitivi negli smartphone arriveranno al 50% nel 2011

touchscreen

Molti si chiedono come mai il mercato degli smartphone ha accolto a braccia aperte l'uso dello schermo touchscreen solo dal 2007, quando Apple lanciò il suo iPhone. Cosa pensavano prima i produttori, forse che il mercato non era pronto, oppure erano loro a non desiderare questo mercato?

In ogni modo oggi in commercio esistono due tipi di schermi touchscreen: capacitivo e resistivo. Il secondo è quello composto da una pellicola che si appoggia su una superficie quando si usa un pennino. Attualmente occupa la maggior parte dei dispositivi in commercio perchè è economica. Il primo, invece, funziona tramite la forza elettrostatica delle dita.

Lo schermo capacitivo è molto più bello e facile da usare. Secondo una recente analisi, inoltre, entro il 2011 la crescita di questa tecnologia occuperà la metà del mercato. Questo porterà sicuramente a una diminuzione dei prezzi e a un aumento degli investimenti nel settore.

[via Digitimes]

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: