Microsoft - Nokia, chiesta revisione accordi per acquisizione in Corea

Gli accordi fra Microsoft e Nokia per l'acquisizione non sono andati proprio giù ai principali operatori e produttori coreani. Ecco cosa succede

Sembravano problemi destinati ad essere risolti, ma l'accordo che Microsoft ha siglato con Nokia non piace proprio a nessuno, né a Samsung né a Google né a Korea Electronics Association, organizzazione governativa istituita per promuovere l'industria informatica ed elettronica che ha presentato una mozione alla FCC per richiedere maggiori controlli. Ma procediamo con ordine.

L'acquisizione di Nokia da parte di Microsoft comporta che la seconda compagnia possa sfruttare i brevetti della prima per un decennio senza però entrarne in possesso: il timore è quello che Nokia possa trasformarsi in una sorta di patent troll dopo la cessione a Microsoft della sezione mobile, proprio perché continuerà ad avere in gestione il proprio portfolio brevetti; comportamento legittimo - a nostro avviso -, visto che non riusciamo proprio a capire perché Nokia debba rinunciarvi e permettere ad altri di approfittarne.

Il malcontento di Korea Electronics Association, però, è stato già espresso nella petizione depositata ed è stato sottoscritto da Korea Software Industry Association, Korea Semiconductor Industry Association e Korea Battery Industry Association per richiamare l’attenzione delle autorità nazionali sui rischi legati all’accordo che determinerà il trasferimento della divisione mobile di Nokia a Microsoft.

Le richieste alla FTC


Britain Nokia Microsoft
"La FTC - questo è quanto si legge nella deposizione - ha bisogno di esaminare in maniera approfondita il possibile impatto derivante dell’acquisizion. [...] Suggeriamo inoltre un’approvazione a condizione che l’acquisizione di Microsoft riguardi non solo la business unit, ma anche i suoi brevetti".

Nessuna risposta, per il momento, è arrivata da entrambe le compagnie.

Via | Business Korea

  • shares
  • Mail