Sud Corea, arriva l'app che controlla gli smartphone nelle scuole

Le autorità scolastiche di Seoul sperimentano iSmartKeeper, un'app che consente ai docenti di applicare restrizioni agli smartphone degli studenti.

Mentre da noi l'uso degli smartphone nelle aule scolastiche continua ad essere oggetto di dibattiti e ci si affida al buon senso di studenti e insegnanti, in Corea del Sud il problema viene affrontato in maniera diversa. Le autorità scolastiche hanno avviato la sperimentazione di iSmartKeeper, un'applicazione che consente alle scuole di limitare a distanza le funzionalità dei telefoni degli studenti.

iSmartKeeper permette ai docenti di gestire le funzioni e i servizi ai quali gli studenti possono avere accesso, in cinque modi diversi: si possono bloccare tutti i telefoni presenti nella scuola, permettere solo le chiamate di emergenza, permettere solo le chiamate, permettere chiamate e sms oppure bloccare specifiche applicazioni.

Un'iniziativa che lascia perplessi ma che secondo le autorità sudcoreane è necessaria per prevenire le distrazioni in classe e non esclude l'uso della tecnologia: iSmartKeeper infatti può permettere l'accesso anche ad una singola applicazione, e quindi consentire l'uso di software didattici se richiesto. Questa funzione tra l'altro è legata anche all'uso del GPS: l'accesso alle app può essere limitato in modo automatico quando lo studente si trova nell'area della scuola, e sbloccato quando si allontana.

Violazione dei diritti ed autodifese


ismartkeeper2

Per ora iSmartKeeper è stata sperimentata in undici scuole di Seoul e dintorni, con risultati contrastanti. Almeno tre delle scuole hanno scelto di non continuare ad usarla dopo che alcuni studenti hanno sbloccato il loro telefono con i permessi di root, e dopo la segnalazione dal malfunzionamento della funzione GPS da parte di un altro studente, rimasto con il telefono bloccato anche una volta tornato a casa.

Anche tra i docenti ci sono polemiche per le restrizioni, che un professore ha definito come violazioni dei diritti umani degli studenti. Ma le autorità non desistono, e nella regione di Gangwon hanno avviato ufficialmente l'uso di iSmartKeeper, mentre in altre zone del paese continua la sperimentazione.

Via | The Verge


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail