Cortana, l'assistente personale di Windows Phone presentata al Microsoft Build

Cortana, l'assistente personale Microsoft, arriva insieme al nuovo Windows Phone 8.1: presentata ieri, sarà sui nuovi telefoni Nokia Lumia in uscita.

E così, dopo le indiscrezioni degli ultimi mesi, Cortana è una realtà. L'assistente personale Microsoft è stata presentato ieri alla Microsoft Build di San Francisco come fiore all'occhiello del nuovo Windows Phone 8.1. Del nuovo sistema operativo Cortana sarà parte integrante: la troveremo quindi sui nuovi Nokia Lumia 930, 630 e 635 presentati sempre ieri, e nei prossimi mesi anche sui modelli precedenti che verranno aggiornati a WP 8.1.

Dalla prova dal vivo sul palco del Moscone Center, sembra che Cortana abbia un humor non troppo distante da quello di Siri, l'assistente vocale di Apple. Funziona bene, ma non tutto è ancora ottimizzato alla perfezione. Cortana ricava le informazioni dal motore di ricerca Bing e, nei piani di Microsoft, sostituirà del tutto la funzione di ricerca in Windows Phone. "A cosa stai pensando?", chiede quando viene interpellata. Le si può rispondere a voce oppure scrivendo, quando non è il caso di far sapere ai nostri vicini quello di cui abbiamo bisogno.

Ci assiste e interagisce con Skype e Facebook

Come assistente personale, oltre a fornirci informazioni Cortana può programmare e ricordarci i nostri appuntamenti, oppure può suggerirci quello che non dobbiamo dimenticare di dire ad un nostro amico, non appena lo sentiremo al telefono. Come Google Now, anche Cortana può leggere le nostre email alla ricerca, ad esempio, della prenotazione di un volo o di un albergo ed avvisarci quando è ora di andare in aeroporto oppure se c'è un cambio di gate. Può perfino suggerirci di combinare i nostri viaggi se nota che alcune prenotazioni si sovrappongono.

Una delle caratteristiche che Joe Belfiore ha rimarcato nel suo keynote, però, è il modo in cui l'assistente Microsoft può interagire con le altre applicazioni, anche di terze parti (come Facebook). "Skype, chiama Alex!", possiamo chiederle: Cortana apre Skype e compone il numero. "Quando abbiamo iniziato a lavorare su Cortana abbiamo chiesto a molti assistenti personali in carne ed ossa di raccontarci i vari aspetti del loro lavoro" - ha detto Belfiore - "e una delle cose più importanti che è emersa è che il tuo assistente ha bisogno di conoscere bene le persone che per te sono importanti".

Grazie a Bing, Cortana ha già la possibilità di fornirci tantissime delle informazioni che cerchiamo. Altre le imparerà col tempo, registrando le abitudini dell'utente in modo da fornire di volta in volta informazioni sempre più precise. Da quanto abbiamo visto ieri però, ci sono ancora aspetti da mettere a punto: per Microsoft il lavoro non è ancora concluso.

Via | TechCrunch

  • shares
  • Mail