Smartphone con antifurto in arrivo nel 2015, ecco cosa cambierà

Smartphone antifurto nel 2015: è questo l'obiettivo di gran parte dei produttori di smartphone

A qualcuno il provvedimento non è piaciuto perché non obbligatorio, ma Re/code ha confermato che gli smartphone con antifurto arriveranno proprio nel 2015 e, per lo meno, permetteranno al proprietario di cancellare da remoto i dati personali, evitando che qualcuno possa riattivare il dispositivo (rubato) senza la sua autorizzazione. Le aziende interessate sono Apple, Samsung, Google, HTC, Huawei, Motorola, Microsot e Nokia, che avrebbero raggiunto un accordo formale per implementare una sorta di tecnologia antifurto in grado di rendere molto difficile la vita ai ladri.

Ecco come racconta Re/code quanto deciso (via Melablog):

"Un gran numero di legislatori locali e statali hanno lodato l’accordo, sebbene sia stato definito inadeguato dal senatore della California Mark Leno, che invece proponeva una legge per un kill-switch obbligatorio. 'L’industria wireless oggi ha fatto un ulteriore passo vanti, benché insufficiente, per affrontare l’epidemia si furti di smartphone', ha affermato Leno in una dichiarazione. 'Solo qualche settimana fa, affermavano che l’approccio adottato oggi era impraticabile e controproducente. Siamo felici della rapidità con cui hanno cambiato avviso, ma la proposta di oggi - di far entrare chi ci vuol stare - non risolve il problema, se il fine ultimo è combattere il crimine di strada e i furti violenti che hanno a che fare con smartphone e tablet'".

La proposta dell'"interruttore remoto"


furto smartphone

In altri termini, nonostante gli apprezzamenti per questi interventi così repentini, i legislatori non sono contenti perché il provvedimento non è obbligatorio per tutti (come potete vedere, mancano diverse compagnie all'appello); molti propongono, proprio per questo motivo, l'adozione di un "interruttore remoto" che permetta di spegnere definitivamente il telefono dopo il furto: eventualità che finora nessuna compagnia ha voluto concretizzare.

Nel 2015, comunque, state certi che questi smartphone con antifurto arriveranno, e, nonostante il pessimismo delle istituzioni, qualcosa cambierà senz'altro.

Via | Re/code

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail