Amazon Smartphone, l'interfaccia 3D sarà gestita inclinando il telefono?

Avevamo già visto alcuni dettagli sul futuro smartphone di Amazon, e ci eravamo meravigliati della sua interfaccia 3D, resa possibile da 4 sensori ottici. Ma quell'interfaccia avrà altro - inclinare il telefono sarà una componente importante dell'interazione

amazon-phone-3

Amazon vuole essere originale fino in fondo con il proprio futuro "Amazon Smartphone", le cui funzioni 3D avevamo già visto in anteprima la scorsa settimana.

Dal solito BGR, a quanto pare dotato di una interessante linea diretta con la corporation di Jeff Bezos, apprendiamo che sfruttare quelle tre dimensioni (e quei 4 sensori ottici) sarà un elemento importante della gestione dell’interfaccia. Quella delle “gesture” per controllare le feature del telefono è una storia che gira da parecchio, ma scoprire nuovi dettagli è decisamente interessante.

Inclinare per navigare


Secondo il rapporto di BGR, inclinare il telefono sarà un segnale riconosciuto dalle app: una delle possibilità riguarda il caricamento di informazioni aggiuntive su un contenuto, per esempio il voto del pubblico di IMDB a un film, che potrà essere visto inclinando con un colpetto il telefono. Magari questo sarà collegato all’illusione di profondità dell’interfaccia, che consentirà di mettere a fuoco queste immagini oltre il “bordo” del display, senza che esse vadano a riempire spazio nei 4.7” del monitor. I libri ovviamente faranno comparire il menù X-Ray di Kindle.

Altro esempio, questa volta nella messaggistica: volete aggiungere una foto a una chat o mail? Inclinate il telefono verso il suo lato per aprire la galleria della macchina fotografica.

Ovviamente nulla di tutto questo ha alcun senso se è solo Amazon a implementare le feature sulle proprie app. Per questa ragione la corporation sta già trattando con gli sviluppatori di terze parti che riforniscono il suo app store, concorrente su Android con il Google Play, per integrare la navigazione tridimensionale nelle proprie app. Se tutto va bene alcune app molto importanti saranno già compatibile con l’Amazon Smartphone quando sarà ora di uscire sul mercato.

Finora tutto questo sembra più che altro un piano per attirare l’attenzione del pubblico, ma per il momento fatichiamo a credere che queste novità, che sulla carta sono interessanti, sono tutto quello che serve per guadagnare una fetta di un mercato in cui gli utenti non sembrano molto interessati ai cosiddetti “disruptor”.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail