OnePlus One: è lo smartphone migliore sotto i 300 euro?

OnePlus One, primo prodotto della startup cinese OnePlus, è uno smartphone interessante proposto ad un prezzo conveniente.

OnePlus One, lo smartphone annunciato di recente dopo mesi di attesa, sembra incontrare i favori della stampa di settore. Si tratta del primo dispositivo per la startup cinese OnePlus, fondata da un ex dirigente di Oppo, ma si propone già come il "2014 flagship killer". Del resto il motto della compagnia - "Never Settle" - è piuttosto diretto.

OnePlus One è uno smartphone premium dal prezzo di 269 euro (nella versione da 16 GB), venduto al momento attraverso un particolare sistema a inviti. Per averlo è necessario essere invitati da chi già ne possiede uno, o partecipare ad uno dei contest promozionali organizzati dalla compagnia. Al primo, gli utenti hanno risposto in 140 mila.

È il top di gamma più economico


01-800px

Engadget ha recensito OnePlus One ed il giudizio è lusinghiero. È diverso dagli altri smartphone della stessa fascia di prezzo ed è sorprendente che riesca a costare meno di Google Nexus 5. Come è possibile? Probabilmente OnePlus, come Google, ha lanciato il prodotto senza margini di guadagno. Prezzo basso come investimento quindi, per una compagnia che vuole mostrare il suo valore.

Il design. Con la cover posteriore arcuata e i bordi smussati, l'ergonomia di OnePlus One è buona nonostante le dimensioni generose. Il display (5,5 pollici, 1080p e 401 ppi), protetto da un vetro Gorilla Glass 3, sembra davvero buono. È un IPS e, sebbene appaia meno contrastato rispetto a quelli dei rivali HTC One M8 e Samsung Galaxy S5, offre un angolo di visuale migliore e dei colori più naturali.

La fotocamera si distingue soprattutto per il reparto video: è possibile filmare in risoluzione 4K e bitrate di 20 Mbps. La cover posteriore è intercambiabile con altre di stile e colore diverso. La batteria, invece, no. È comunque potente: 3100 mAh. La connettività è per tutti i gusti: LTE con sette bande, WiFi ac, NFC e Bluetooth 4.0.

Cosa manca quindi a OnePlus One? Uno slot microSD, soprattutto. Ma con soli 30 euro in più rispetto al prezzo base si può acquistare il modello da 64 GB. Mancano poi materiali di pregio e la resistenza all'acqua, ma sono qualità che avrebbero inciso sul prezzo.

Hardware potente e sistema operativo CyanogenMod


09-800px

Sulla potenza di elaborazione - quad-core Snapdragon 801 da 2,5 GHz (con ricognizione vocale always-on), Adreno 330 e 3 GB di memoria RAM - c'è poco da dire. La vera particolarità di OnePlus One è il sistema operativo CyanogenMod 11S. Si tratta di un noto firmware basato su Android 4.4.2 e installabile su una vasta gamma di dispositivi, proposto qui per la prima volta "di serie" - e quindi particolarmente ottimizzato - grazie alla partnership con OnePlus.

CyanogenMod consente di personalizzare ogni ambito dell'esperienza Android, e si adatta agli esperti come ai meno esigenti. Dai tantissimi temi a disposizione, alla possibilità di attivare le funzionalità più varie, si può intervenire quasi su tutto. Non mancano le gesture, legate a specifiche funzioni.

OnePlus One, insomma, ha tutte le carte in regola per sfidare i suoi rivali, a partire dal Nexus 5. Le richieste sono già molte ed a fine maggio saranno consegnati i primi esemplari agli utenti con invito. Per gli altri - il lancio avverrà in 16 paesi tra cui l'Italia - si parla di fine giugno. Non sarà lo smartphone perfetto, ma di sicuro lo attendiamo con interesse.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Engadget

  • shares
  • Mail