Come proteggere lo smartphone e rendere Android sicuro

Rendere Android sicuro e proteggere il vostro smartphone è possibile con pochi semplici passi

launcher android

Rendere Android più sicuro e proteggere il vostro smartphone è molto semplice: questi piccoli passi vi permetteranno di proteggere il dispositivo da attacchi esterni e da applicazioni indesiderate; ricordate che, per quanto Android sia meno sicuro di iOS, e questo dipende essenzialmente dalla diversa natura del sistema operativo, gran parte dei problemi derivano direttamente dalla poca attenzione degli utenti in certe situazioni.

Approfondisci: come risparmiare traffico dati su Android

Veniamo subito al dunque:


  • Mettere il segno di spunta a "Verifica app" nel menu Impostazioni del telefono: solo in questo modo Google potrà analizzare le applicazioni che avete installato; si tratta di una sorta di antivirus, che tra l'altro non consuma molto. Ovviamente non installate mai applicazioni che Google ritiene pericolose.

  • Se un'applicazione che si installa tramite file APK vi chiede di inviare messaggi, beh, non è proprio il caso di accettarla, no? Potrebbe essere qualche servizio a pagamento che chissà quanti soldi vi spillerà a SMS. Prima di accettare, dunque, aggiornatevi sull'app e, solo nel caso in cui sia sicura, procedete.

  • Scaricate applicazioni solo da Google PlayStore o da store certificati: molto spesso è proprio attraverso queste piattaforme esterne che i malware attaccano gli smartphone e i tablet.

  • Ultimo consiglio: installate un Antivirus (Avast, per esempio), accertandovi che non pesi eccessivamente, influenzando in maniera negativa le prestazioni dello smartphone.


Approfondisci: come impostare il filtro sicurezza su Google PlayStore

Seguite questi consigli e proteggere il vostro smartphone Android sarà un gioco da ragazzi.

Aggiornato da MIK (18.00, 22/10/2014)

Ecco perché iOS non è più sicuro di Android


marble security

Si dice sempre che, in quanto a sicurezza, Apple è di gran lunga migliore rispetto a Google: una recente ricerca, però, ci permette di affermare non l'esatto contrario, ma almeno qualcosa di diverso; anche perché, diciamocelo, sarebbe stato impensabile ritenere un'azienda del calibro di Mountain View, che da anni lavora sulla sicurezza per via del suo motore di ricerca, di gran lunga inferiore a quella di Cupertino. Ma procediamo con ordine.

La ricerca di cui vi parliamo è stata effettuata da Marble Security, azienda che ha sottoposto sia iOS sia Android a una serie di quattordici attacchi diversi (quelli che vedete nell'immagine all'inizio del post), in modo tale da verificare quali fossero le differenze di reazione tra l'uno e l'altro sistema operativo in termini di vulnerabilità. Il risultato? Lo immaginerete tutti, visto che il titolo parla chiaro: nessuna differenza, visto che Android e iOS hanno avuto gli stessi problemi quasi con gli stessi tipi di attacco, a prescindere che si trattasse di phising, email con allegati non sicuri, modifica di backup e molto altro ancora (problemi di poco conto, s'intende).

Approfondisci: ora si vendono smartphone con malware incorporato

Marble Security ha pure aggiunto che Apple non è migliore in senso assoluto, perché ha un ecosistema perfettamente controllato e non open source, che, ovviamente, esclude qualsiasi ingerenza esterna; Google PlayStore, invece, è ispirato a principi e ha meccaniche di funzionamento completamente diverse, ed è per questo che in alcuni casi potrebbe sembrare poco sicuro.

Approfondisci: cinque smartphone cinesi da conoscere

Questo non vuol dire, però, che nella guerra tra iOS e Android per la sicurezza sia il primo a vincere: in molti casi - come ben sapete - l'arrivo di malware sul telefono dipende soprattutto dall'utente e dal software che scarica; non certo dai pochi controlli o dalla poca affidabilità di Google.

Via | Myce.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO