Terminati gli incentivi statali per la banda larga

Incentivi statali banda larga Esattamente due settimane dopo la riproposizione dei fondi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico per la diffusione della banda larga, i gestori hanno comunicato ai propri dealer che non è più possibile accattare richieste di contributi.

In occasione delle prima iniziativa di incentivazione ai consumi, decisa dal Governo e attuata nello scorso mese di aprile, una parte dei fondi non era stata utilizzata: in alcuni settori di intervento le percentuali di utilizzo sono state prossime allo 0%. Il Ministero aveva deciso, pertanto, di mettere nuovamente a disposizione dei cittadini la parte rimanente di quanto stanziato, in tutti i settori stabiliti: l'erogazione è ripresa, con le stesse modalità della prima occasione, a partire dallo scorso 3 novembre.

L'intervento, fissato per la diffusione di internet a banda larga, prevedeva un contributo di 50 € destinato ai cittadini con età compresa tra i 18 e i 30 anni, sia in caso di attivazione di una linea fissa con adsl che di una linea mobile per la connessione attraverso chiavette. I principali gestori del nostro paese hanno presentato le loro promozioni, puntando non solo o, meglio, non tanto alla commercializzazione di offerte e opzioni specifiche per la navigazione ma soprattutto alla vendita delle chiavette.

Al momento le offerte sono state rimosse dai siti di Tim e Vodafone. Le pagine dedicate sono ancora presenti,. invece, sui siti istituzionali di Wind, H3g e PosteMobile.

[via Cellularitalia]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: