L'app della settimana: TimeAway, per controllare gli smartphone dei bambini

Idealmente sarebbe perfetto avere un rapporto di fiducia con i propri figli - e se non vi fidate proprio di loro, non dategli lo smartphone. Ma per i casi limite, TimeAway è potente e pratico.

TimeAway è una nuova app davvero completa per controllare quello che fanno i vostri figli con lo smartphone. Di base io sono dell’opinione che se avete la necessità di servirvi di simili mezzi per tenere sotto controllo le attività della vostra prole, forse non è il caso che lui o lei abbia uno smartphone.

Ma se non vi dispiace essere additati come il nuovo Kim Jong-un, non avete remore o semplicemente vi trovate in un caso limite, allora forse TimeAway può darvi un aiuto a gestire il problema. Possiamo vederlo come delle "rotelle" per lo smartphone, che insegnano a gestirne pericoli e vantaggi in modo proficuo.

L’app presenta un’interfaccia piuttosto semplice. Intanto, necessita di due password, una per il bambino, l’altra per il genitore. Ed una volta installata, non può essere disinstallata.

VEDI ANCHE: I migliori Launcher per Android! Come vuoi cambiare la tua Home, oggi?

La sua funzione principale è quella di regolare gli orari del giovane utente. Niente accesso alle funzioni del telefono ad ora di pranzo o di notte, per esempio. Accesso limitato in orario scolastico, limiti di tempo giornalieri all’uso di app come Instagram, Twitter o qualche pestifero mobile game. E magari anche bloccare quelle che proprio non ci piacerebbe vedere sulla home di nostro figlio o nostra figlia, come Snapchat. Tutti gli orari d’uso poi vengono riassunti e possiamo avere delle tabelle totali - tanto per avere qualcosa da rinfacciare alla prossima pagella.

TimeAway, galleria di funzioni e interfaccia

Le funzioni vitali come il telefono non vengono mai bloccate, e si possono lasciare attive alcune app importanti (Wikipedia e Google Maps, per esempio).

C’è un’altra funzione, che francamente trovo piuttosto inquietante, ma che a un genitore potrebbe essere utile con dei figli davvero giovani in una città caotica: quella per rintracciare lo smartphone grazie a Google Maps. Il mio problema con questa feature, al di là del livello di controllo davvero da genitore-elicottero, è che se si dovesse perdere lo smartphone il panico sarebbe mostruoso, e la corsa a disattivare TimeAway dai device dei bambini davvero frenetica.

LEGGI ANCHE: Motorola Moto E, per chi cerca uno smartphone potente ma economico e adatto ai giovani

TimeAway supporta fino a 6 figli, è solo per Android e per il momento è gratuito.

Non sappiamo quanto vostro figlio possa essere più intelligente e creativo di voi con il suo smartphone, badate bene - non c’è limite a quello che un hacker in erba potrebbe fare con un po’ di tempo libero, quindi queste contromisure sono utili, ma non certo a prova di bomba.

  • shares
  • Mail