iPhone 6 Plus contro Samsung Galaxy Note 4 - Qual è il miglior "phablet"?

L'iPhone 6 Plus è l'iPhone di grandi dimensioni che tutti aspettavano, ma come si comporta se messo a confronto con il suo più terribile rivale?

iPhone 6 Plus VS Samsung Galaxy Note 4

Dopo anni e anni di dissimulazione in cui Apple ha (per usare un eufemismo) ignorato il vasto mercato degli smartphone sovra-dimensionati, ora l’iPhone 6 Plus è diventato una realtà. A dire il vero, ce lo aspettavamo da parecchio, ed era stato ampiamente anticipato. Praticamente, questo device non aveva alcuna sorpresa per chi seguiva i rumor.

La domanda che sicuramente si farà chiunque desideri un “phablet” o comunque un telefono con lo schermo grande è la solita. Come si contrappone questo nuovo modello a quelli già usciti sul mercato? E se prendiamo in considerazione i phablet, c’è già un termine di paragone, e non ha una mela sul suo dorso. Il re di questo segmento è il Samsung Galaxy Note 4, ed è uscito con pochi giorni di anticipo rispetto all’iPhone 6 Plus. Confrontiamoli!

Design


iPhone 6 Plus VS Samsung Galaxy Note 4

Apple è sempre stata una grandissima fan delle scocche in metallo, e l’iPhone 6 Plus non tradisce le aspettative. Il device di Cupertino è fatto di alluminio anodizzato, ed è spesso 7,1mm. Gli spigoli sono estremamente arrotondati. Le dimensioni sono grandi per un iPhone, ma se le vostre dita non sono corte e tozze, potrete davvero usarlo con una mano sola. Apple ha dei designer estremamente bravi, e sono diventati dei maestri a disegnare i telefoni, anche se oversize. Unico problema: la fotocamera è evidentemente un’unità troppo grande per quei 7,1mm, e sporge come una borchia. Si tratta indubbiamente di un difetto estetico.

Dall’altro lato della barricata, con il Note 4 ci troviamo di fronte a un prodotto 100% Samsung. Il brand coreano non può vantare un amore per i dettagli e un’eleganza creativa paragonabile a quella di Apple, e le varie generazioni di Galaxy Note hanno spesso risentito delle scelte poco oculate dei suoi stilisti. C’è da dire che questa volta Samsung ha placato i suoi demoni interiori, ed evitato finiture pacchiane e cheap come plastica cromata e finta pelle. Il Samsung Galaxy Note 4 è una bella macchina con una scocca di metallo il cui bordo lavorato incornicia l’unità. Policarbonato e alluminio si fondono armoniosamente, e sebbene anche qui la fotocamera sporga un po’, non offende la vista. Bella, ma non elegante, il look è decisamente utilitario.

Il responso: Apple sa fare il suo lavoro, nonostante qualche difetto l’iPhone 6 Plus non ha l’aspetto un po’ troppo ordinario del rivale. Per quello che riguarda le dimensioni, proporzioni leggermente diverse non riescono comunque a far distanziare molto i due device, che pesano quasi lo stesso, hanno una lunghezza e una larghezza comparabile e non sono neppure troppo differenti in quanto a spessore.

Il display dei due phablet


iPhone 6 Plus VS Samsung Galaxy Note 4

L’iPhone usa un display Retina 5.5” a 1080p con 401 ppi di densità. Si tratta di uno schermo molto raffinato, dai colori precisi e che pare essere una gioia da toccare e usare.

Detto questo, il Note 4 ha uno schermo 5.7” Quad HD Super AMOLED con una risoluzione 2560 x 1440 e una densità da 515 ppi. I colori sono incredibili, la definizione è eccezionale e l’unità è luminosa, affidabile ed è semplicemente quanto di meglio l’industria possa offrire in questo campo.

Il responso: c’è poco da dire, in realtà. Samsung vince a mani basse.

Hardware e SoC


Cuori pulsanti dei device, senza i processori e tutti gli “organi interni” il nostro device non funzionerebbe, eppure queste specifiche sono sempre meno importanti per un utente che oggi è vaccinato a numeri da capogiro e non nota se Flappy Bird gira su un processore a 64-bit o un vecchio dual core rattoppato.

Da un lato comunque abbiamo il “misterioso” A8 a 64-bit di Apple, migliorato del 25% rispetto all’anno scorso ma quasi del tutto sconosciuto nelle proprie caratteristiche. Non si sa quale sia la sua RAM, ma secondo la maggior parte degli esperti dovrebbe essere 1GB. Lo spazio di archiviazione varia da un modello all’altro: 16GB, 64GB, 128 GB. La batteria è un mistero, ma Apple giura e spergiura che può durare anche 12 ore.

Samsung invece non nasconde il SoC Snapdragon (octa core o quad-core a seconda del mercato), né i 3GB di RAM. Il suo spazio di archiviazione è di 32GB espandibili con altri 64GB, opzione che manca all’avversario. La batteria è da 3.300mAh rimovibile.

Il responso: Samsung sembra avere la meglio, se non altro perché sappiamo cos’è e come si comporta. Apple ha dal canto suo un’estrema cura nell’ottimizzare il sistema operativo per i suoi device, quindi è difficile pensare che l’iPhone 6 Plus si comporti male, sarà sicuramente fluido e potente… Ma probabilmente non è un’ammiraglia con la forza bruta del Note 4.

Inoltre non possiamo che apprezzare lo spazio di storage espandibile e la batteria che si può sostituire rimuovendo il guscio posteriore dell’unità Samsung. Una scelta classica che ha sempre successo.

Fotocamere


iPhone 6 Plus VS Samsung Galaxy Note 4

Quella dei multimedia è la vera guerra del mercato degli smartphone, e Apple sceglie di mantenersi a 8MP, rinunciando a risoluzioni estreme a favore di un software di bordo e lenti estremamente raffinate. Non abbiamo gli elementi per giudicare la bontà di questa scelta, ma Apple descrive l’unità come estremamente rapida, con poco noise e colori fantastici.

Il Note 4 sceglie (anche qui) la forza bruta, con 16MP e ottimi software di bordo. Il risultato è che il phablet coreano sa scattare foto molto bene.

Il responso: non è possibile decidere al momento. Vedremo cosa diranno gli esperti.

Conclusioni


iPhone 6 Plus VS Samsung Galaxy Note 4

Il combattimento è aperto, e Apple è entrata a gamba tesa su un mercato da cui fino ad ora si era estromessa volontariamente. Entrambi i device non esistono ancora sul mercato, quindi emettere giudizi è forse prematuro, ma sulla carta il Note 4 sembra massacrare il rivale di Cupertino

La famiglia Note si è conquistata la popolarità senza troppo hype, ma rispondendo alle aspettative degli utenti e fornendo un prodotto solido, per quanto davvero costoso. L’iPhone 6 Plus si ritrova nella poco familiare condizione di fare da pretendente al trono.

Il nome di Apple promette comunque un device funzionale, supportato da un ecosistema immenso e solido. In condizioni normali, questo basterebbe, ma questa volta l’offerta di Apple potrebbe non essere convincente.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 157 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO