Zap&Go, il primo caricabatterie con il grafene: superveloce e superefficiente

Il grafene è il materiale del futuro? Qualcuno pensa certamente di sì. E questo materiale a base di carbonio è stato usato per la prima volta per creare un caricabatterie dalle caratteristiche uniche.

Zap&Go, caricabatterie su IndieGoGo che usa un supercondensatore al grafene

Zap&Go ha tutte le carte in regola per essere un ottimo successo sulla piattaforma di crowdfunding IndieGoGo. Tutti abbiamo bisogno di un caricabatterie aggiuntivo per il nostro assetato smartphone e questo - dovesse arrivare sul mercato - è al momento allo stato dell’arte. Se non altro perché nessun altro accessorio simile usa uno di quelli che vengono definiti “materiali del futuro”, il grafene.

Zap&Go sarà disponibile con tutte le prese internazionali del caso, quindi è già progettato per essere un prodotto di utilità mondiale. La sua particolare composizione gli consente di caricarsi in soli 5 minuti, e la sua capacità, per quanto modesta, è sufficiente a caricare il 75% di un Samsung Galaxy S5 - parliamo di un condensatore da 1500mAh. Basterebbe per un iPhone 5, per darvi un’idea, e per altri smartphone con una batteria meno capiente dell’ammiraglia coreana.

Ciò che lo rende particolarmente attraente è la rapidità con cui il caricabatterie passa da scarico a pronto all’uso: siccome parliamo di un supercondensatore e non di una batteria, ci sono tutti i vantaggi del condensatore e nessuno degli usuali svantaggi. Lo Zap&Go si scarica del 20% in 72 ore, che è più o meno quello che capita con una pila al litio. Risulta che se dobbiamo essere pronti a partire verso un appuntamento urgente e il nostro device è scarico, mentre buttiamo quattro cose nella borsa lo Zap&Go sarà pronto a ridare vita al nostro telefono o tablet, dandogli ore di lavoro in più. Chiaramente questo device non può far ricaricare più rapidamente il nostro cellulare.

Carica veloce: la risposta di HTC si chiama Rapid Charger

Il prezzo è relativamente onesto. Parliamo di $99 più spese di spedizione per una singola unità e $149 più spese per due. Il tempo di consegna è ottobre 2015 e l’obiettivo della campagna di funding è stato già raggiunto. L’unico problema è che oggi lo Zap&Go suona molto avvenieristico, ma ho il terribile sospetto che ad esattamente un anno da oggi, quando le prime unità inizieranno ad arrivare ai loro backer, altri brand avranno già iniziato a produrre caricabatterie e aggeggi simili con gli stessi concetti - magari brand con un certo potere di investimento. Questo accessorio pionieristico non rimarrà certo solo a lungo sul mercato, e probabilmente sarà surclassato anche prima di uscire.

  • shares
  • Mail