Nintendo brevetta un emulatore per Game Boy destinato ai dispositivi mobile

Nel database dell'ufficio americano per marchi e brevetti sono stati ritrovati alcuni progetti di Nintendo per lo sviluppo di un emulatore che permetterebbe di giocare i titoli di console portatili, come il Game Boy, sui dispositivi mobile.


Nintendo-patents-game -boy

È ormai una nozione consolidata il fatto che i moderni dispositivi mobile, smarphone o tablet che siano, si sono inseriti anche nel settore dell'intrattenimento videoludico come valide alternative alle piattaforme più diffuse entrando in competizione con le console portatili.

Diversi emulatori, diffusi attraverso i vari sistemi operativi mobile – soprattutto Android dal momento che su iOS hanno vita breve – permettono di godere di alcuni dei vecchi e popolari titoli per console come il Game Boy grazie alle ROMs. Un esempio perfetto sono quelle legate alla serie di videogames sui Pokémon.

Gli emulatori permettono di imitare una piattaforma hardware tramite un software consentendo dunque di sfruttare diverse configurazioni per fruire liberamente dei contenuti ed è una pratica già adottata da Nintendo con le sue console più moderne quali Wii e 3DS.

Pare che la società giapponese stia prendendo in considerazione l'idea di dedicarsi allo sviluppo di una piattaforma di emulazione ufficiale. Questo è ciò che suggerirebbe il brevetto rinvenuto recentemente tra le documentazioni dell'US Patents and Trademarks Office. Il brevetto illustra un sistema complesso in grado appunto di emulare le console mobile sulle configurazioni hardware di terminali come i display sui sedili degli aeroplani o di dispositivi mobile come smartphone e tablet.

Naturalmente il ritrovamento non conferma nulla in via ufficiale né fa riferimento a prodotti specifici in via di sviluppo. Nintendo in passato si è dimostrata poco convinta riguardo all'affidarsi ai dispositivi mobile se non per qualche titolo di minor importanza e questa potrebbe essere solo la manifestazione della volontà della compagnia di proteggere al meglio la sua proprietà intellettuale.

Via | TechCrunch

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO