Nokia: 1 cellulare su 5 è fake e prodotto in Cina

clone nokia

Sicuramente la maggior parte di voi, nel momento in cui si trova a dover acquistare un nuovo cellulare, pensa ad alcune caratteristiche che il terminale dovrebbe avere: un browser che supporti una facile navigazione, le email push, la possibilità di installare applicazioni, l'esperienza di gioco e via dicendo. Ma è sempre così? Se a livello globale possedere l'ultimo modello di smartphone può non essere solo una esigenza, ma anche parte di uno status sociale da "mostrare" e vantare in pubblico, in alcuni Paesi come Asia e Africa, in cui l'acquisto di beni come una automobile o vestiti firmati è quasi impensabile, possedere un Nokia N8, un Apple iPhone o un HTC Desire HD permette di acquisire uno status non raggiungibile con altri beni.

Questo sarebbe il motivo per il quale nascono i cloni. Nokia avrebbe infatti dichiarato a Reuters che

Uno di ogni cinque telefoni cellulari venduti è un clone illegale. Per la maggior parte arrivano dalla Cina, ma è un (problema) hlobale. Non si tratta solo dell'Asia, ma anche dell'America Latina e di alcune parti dell'Europa.

Queste le parole di Esko Aho, membro dell'esecutivo Nokia. I cloni danneggerebbero le grandi compagnie nei mercati emergenti, offrendo soluzioni più economiche e molto ben studiate (aknebi a livello estetico) dei telefoni di marca.

La domanda che ci si pone è: il numero di cloni diminuirà man mano che le compagnie ufficiali offriranno più servizi collegati al telefono o anche le copie non ufficiali regaleranno sempre più un'esperienza di utilizzo soddisfacente?

[Via Reuters]

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: