Motorola potrebbe non bloccare più i bootloader

bootloader

Nei giorni scorsi è stata riportata alla luce una polemica riguardante le strategie di "blocco" di Motorola, che impediscono l'utilizzo di ROM cucinate a partire dal Motorola Droid X. Il tutto è nato da una risposta sbrigativa (e ben poco accomodante) data ad un utente su YouTube da parte di un impiegato Motorola riguardo all'utilizzo di bootloader sui prossimi smartphone Android della compagnia:

@tdcrooks se vuoi creare rom personalizzate compra qualcos'altro, noi continueremo con la nostra strategia che sta funzionando. Grazie.

Come potete supporre, l'immagine di Motorola ne è uscita piuttosto danneggiata, tanto che la compagnia è corsa ai ripari scusandosi ufficialmente per la risposta sbrigativa. A questa si aggiunge anche un breve annuncio sulla pagina Facebook Motorola che recita:

Ci scusiamo per la risposta che abbiamo dato riguardo alla nostra policy sui bootloader. La risposta non riflette la visione di Motorola. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri partner per offrire una soluzione bootloader che permetta agli sviluppatori di utilizzare i nostri terminali come piattaforme di sviluppo mentre continuiamo a proteggere gli interessi dei nostri utenti. Informazioni più dettagliate seguiranno appena arriveremo vicini alla disponibilità.

Questo annuncio, come sempre in linguaggio corporate, non svela del tutto le reali intenzioni di Motorola a riguardo delle future policy, ma non resta che attendere i prossimi dettagli.

[Via PAndroid]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: