Facebook voleva investire su Xiaomi, ecco perché l'accordo è sfumato

Facebook ha cercato di accordarsi con Xiaomi, ma tutto è sfumato a causa di diversi problemi

facebook e xiaomi

Facebook avrebbe voluto investire su Xiaomi per penetrare in un mercato, quello cinese, che risulta essere tra i più ambiti di questo 2015. Non si tratta di una notizia ufficiale, ma solo di rumor, che quindi potrebbero essere ben presto smentiti dalle stesse compagnie. Per il momento, però, è utile cercare di capire cosa volesse fare Facebook di preciso con un'azienda emergente così importante come Xiaomi.

Stando a quanto dice Reuters, Mark Zuckerberg avrebbe incontrato Lei Jun, CEO della compagnia cinese, per discutere di accordi che avrebbero consentito a entrambe di guadagnare: non si sa in che modo, però, visto che Facebook è bandito dalla Cina, dove esistono social network alternativi come QQ. Il motivo del mancato accordo, in effetti, dipenderebbe proprio dal fatto che Xiaomi non se l'è sentita di sfidare né il governo cinese né, pensate un po', Google.

Approfondisci: ecco Samsung Galaxy A7, lo smartphone anti-Xiaomi dei Coreani

Quest'ultimo motivo ci sembra francamente assurdo: Google è una società che, per certi versi, è stata fin troppo aperta nei confronti degli sviluppatori (basti pensare a ciò che Microsoft ha fatto con Nokia OS X, sfruttando Android per realizzare un'interfaccia simile a quella Windows); non vediamo perché, insomma, il colosso di Mountain View avrebbe dovuto innervosirsi per questa collaborazione (anche perché altrimenti avrebbe dovuto farlo in molti altri casi che hanno visto Facebook protagonista: pensate ad HTC First).

Ci pare evidente, a questo punto, che l'accordo fra Xiaomi e Facebook sia venuto meno per questioni decisamente più importanti e di cui neanche Reuters, a questo punto, è a conoscenza.

Via | Reuters

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO