WhatsApp comincia a bannare gli utenti che utilizzano app di terze parti

WhatsApp dichiara guerra ai client di terze parti. Nelle scorse ore è scattato il blocco degli account che utilizzano client di terze parti su Android.

whatsapp

WhatsApp dichiara guerra ai client di terze parti. Di recente infatti sui vari store digitali, specialmente sul Google Play Store, sono apparsi dei client non ufficiali di WhatsApp che sfruttando le API ufficiali permettono all'utente di avere una vera e propria alternativa alla versione ufficiale.

Mossa non proprio gradita dai piani alti del servizio di messaggistica più popolare e utilizzato del mondo che hanno deciso di utilizzare una nuova linea di ferro. Nelle scorse ore infatti è scattato il ban (l'esclusione) dal servizio per tutti coloro che utilizzavano client di terze parti al di fuori del client ufficiale. Tale situazione ha generato il panico tra gli utenti utilizzatori per esempio di WhatsApp Plus, che pensavano di aver perso definitivamente il proprio account ma che lo hanno potuto recuperare semplicemente utilizzando il client ufficiale.

Leggi anche: Sulla versione beta di WhatsApp arrivano accenni alle chiamate Voip

Il motivo dell'esclusione di questo famoso client "dalle grazie" di WhatsApp lo possiamo ritrovare sul sito ufficiale nella sezione FAQ dove testualmente viene riportato: "WhatsApp Plus è un'applicazione che non è stata sviluppata da WhatsApp, né è autorizzato da WhatsApp. Gli sviluppatori di WhatsApp Plus inoltre non hanno alcun rapporto con WhatsApp, e noi non supportano WhatsApp Plus. Vi preghiamo di essere consapevoli del fatto che WhatsApp Plus contiene il codice sorgente di cui WhatsApp non può garantire la sicurezz e che le vostre informazioni private sono potenzialmente disponibili a terzi senza la vostra autorizzazione."

Una risposta semplice e concisa che vuole farci capire come WhatsApp in versione ufficiale debba essere l'unico client sul mercato. Ma non solo, nelle scorse ore infatti è arrivata anche una ingiunzione legale verso WhatsApp Plus che ha così deciso di chiudere i battenti.

Via | AndroidCentral

  • shares
  • Mail