Qualcomm Snapdragon 810, un chip dalle ottime performance

Qualcomm ha dato dimostrazione del nuovo chip Snapdragon 810 nel suo quartier generale a San Diego. Il SoC è in grado di offrire delle ottime performance ed alcune qualità interessanti. Il surriscaldamento non è un problema.



I system on chip di Qualcomm sono tra i più diffusi nel mondo dei dispositivi mobile ma la società di San Diego si è ritrovata ad affrontare una competizione piuttosto pressante. MediaTek, con i suoi chip economici, è riuscita ad accaparrarsi una buona fetta di mercato e, più recentemente, l'inedito processore di Samsung, l'Exynos 7420, sembra diventare una minaccia sempre più grande.

Già da diverso tempo si parla molto dello Snapdragon 810, futura punta di diamante di Qualcomm, in particolare dei suoi presunti problemi di surriscaldamento. Nelle ultime ore, nel suo quartier generale a San Diego, la società americana ha dimostrato le capacità del chip che ha dato buona prova di se nei dispositivi MDP (Mobile Developer Platform).

SlashGear offre un'analisi dello smartphone e del tablet equipaggiati con lo Snapdragon 810, un chip in grado di offrire ottime prestazioni.

In termini di pura potenza di calcolo, naturalmente, il SoC Qualcomm non ha nulla da invidiare ai suoi avversari. Il chip fa uso di architettura ARM v8-a a 64-bit e combina core Cortex-A57 e Cortex-A53 e GPU Adreno 430 ed i risultati dei vari test sono eccellenti anche nei compiti più esigenti, come il gaming, su display ad alta risoluzione (4K e 2K).

L'810 non ha da offrire solo pura potenza, però. Una delle armi più efficaci del nuovo Snapdragon sarà il modem che incarna il concetto di “connettività globale”. Il modem in questione è infatti in grado di unire tutti gli standard in un unico modulo (LTE Cat.9 - fino a 450Mbps) e gestire praticamente tutte le bande LTE esistenti.

Per quanto riguarda i presunti problemi di surriscaldamento sembra che lo Snapdragon 810 sia perfettamente in grado di gestire le proprie temperature. Nelle operazioni più banali, come le chiamate, la temperatura media è di 30-35° con aumento a 35-45° durante le attività più esigenti. Secondo Qualcomm anche durante la registrazione video ad alta risoluzione, uno dei compiti più pesanti, l'810 è in grado di mantenere una temperatura di 35° per un lungo periodo laddove il suo predecessore Snapdragon 800 avrebbe superato i 40° in poco tempo.

Tra le altre peculiarità messe in campo dallo Snapdragon 810, inoltre, figura anche la ricarica wireless (Qi) integrata, che potrà essere sfruttata dai produttori con vari espedienti.

In conclusione, stando alla presentazione di Qualcomm, la sua nuova ammiraglia ha tutte le carte in regola per essere ancora una prima scelta tra i top di gamma del mondo mobile.

Via | SlashGear

  • shares
  • Mail