Wind, Vodafone e Tim multate da AGCM per 1.5 milioni di euro

Nuove multe per Wind, Vodafone e Tim: ecco cos'è successo esattamente

wind tim vodafone

AGCM ha multato Wind, Vodafone e Tim per delle scorrettezze che avrebbero commesso nella gestione dei servizi di reperibilità, che - come ben sapete - sono diventati a pagamento (qui, intanto, trovate una breve guida a un'applicazione che vi permette di ottenere lo stesso servizio gratuitamente); la multa è piuttosto salata, poiché prevede che Telecom paghi 400mila euro e Vodafone, invece, 500mila: per Wind la questione è un po' più complessa, perché le infrazioni sarebbero state anche altre.

Vodafone e Tim sono state multate per aver mantenuto i servizi Lo Sai, ChiamaOra, Chiamami e Recall anche sulle SIM vendute dopo l'entrata in vigore della nuova normativa sui servizi di reperibilità a pagamento: un comportamento corretto, insomma, sarebbe dovuto consistere nell'uso di una modulistica, all'atto dell'acquisto della SIM, con cui il cliente avrebbe dovuto autorizzare l'attivazione di tali servizi; così non è successo, e multa fu.

Approfondisci: WhatsApp banna definitivamente gli utenti che utilizzano client di terze parti

Per quanto riguarda Wind, la multa AGCM arriva per un altro servizio, vale a dire Service Card, per diffondere il quale l'operatore avrebbe

"esercitato una pressione tale da limitare considerevolmente la libertà di scelta e di comportamento dei consumatori".

Ma non è finita qui: Vodafone e Telecom sono stati intimati a non distribuire gli elenchi telefonici cartacei, non più obbligatori secondo la legge italiana, e Wind, che avrebbe omesso l'informativa in merito, invece è stata multata con 95mila euro; altri 100mila sono stati richiesti come sanzione per aver violato l'articolo 65 del Codice del Consumo sui nuovi abbonati. Non si può certo dire, insomma, che il Garante dei Consumatori non abbia usato le maniere forti.

Via | AGCM

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 167 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO