Videogiochi in mobilità: Android e iPhone mangiano terreno a Nintendo DS e PSP


I videogiochi su cellulare sono e saranno sempre di più un ottimo investimento per tutto il settore, specie considerando gli introiti record di alcuni titoli sviluppati con budget molto ridotti. Un'analisi del mercato del gaming in mobilità ha rivelato il ruolo sempre maggiore svolto da Android e iPhone che, ultimamente, sono riusciti a erodere di molto la fetta delle console portatili come Nintendo DS e PSP.

Parlando di ricavi nel mercato dei videogiochi portatili la fetta di Android e iPhone è cresciuta molto e, a fine 2010 in USA, rappresentava il 34% dopo aver rosicchiato la vecchia quota di Nintendo DS portandola da 70 al 57%. Nintendo non è l'unica a aver perso terreno: PSP, infatti, ha perso due punti percentuali dal 2009 al 2010, anche se non si sa se la quota sia stata erosa dai giochi per cellulare o dalla stessa Nintendo.

Guardando al mercato dei videogiochi, incluse le console casalinghe come Xbox 360, PS3 e Wii, i ricavi del settore mobile sono bassi e Android e iPhone raggiungono solo l'8%. Il settore, però, potrebbe ricevere uno scossone notevole: dopo iPhone, predominante nel 2009 per i videogiochi, Android aumenterà sempre più le quote del settore gaming e anche altri player potrebbero far guadagnare quote. Il PSP Phone (l'Xperia Play di Sony Ericsson) potrebbe allettare i fanatici di Sony e dei giochi in mobilità e un'eventuale boom di Windows Phone 7 porterebbe un vantaggio notevole viste le potenzialità dei videogiochi Xbox Live e il futuro collegamento con l'Xbox 360.

Se a questo aggiungiamo i vari smartphone dual core (Tegra 2 e non) con un hardware pensato per i giochi, le possibilità di espansione del mercato sono sempre maggiori!

[via engadget]

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: