HTC Italia. Niente Gingerbread per il Desire, manca la RAM!

HTC Desire
Lascerà sicuramente indispettiti gli utenti di HTC Desire la notizia resa nota dal produttore taiwanese su Facebook ieri sera, in tarda serata, secondo cui tale smartphone non riceverà alcun aggiornamento ufficiale a Gingerbread.

Motivo della scelta sicuramente 'impopolare' di HTC? Secondo l'azienda, al telefono mancherebbe la memoria necessaria a consentire il passaggio a Gingerbread, mantenendo al contempo un utilizzo fluido Sense, l'interfaccia utente proprietaria del costruttore. Questo quanto appare su Facebook:

“Il nostro team di ingegneri ha lavorato sodo durante gli ultimi mesi per approntare una soluzione che consentisse di portare Gingerbread su HTC Desire, senza compromettere l’esperienza HTC Sense che ogni giorno vivete sui vostri dispositivi.
Purtroppo – lo annunciamo con estremo rammarico – nonostante gli sforzi e la determinazione abbiamo dovuto definitivamente prendere atto che HTC Desire non ha memoria sufficiente a garantire la convivenza di Gingerbread e HTC Sense.
Siamo sinceramente amareggiati, perchè sappiamo quanto questa notizia potrà deludere chi aspettava l’aggiornamento.”

Facile intuire lo scontento e lo scorno di molti utenti per la motivazione, anche alla luce del fatto che alcuni nuovi telefoni, quali il ChaCha ed il Salsa, hanno meno memoria del Desire (512 VS 576MB), eppure sono equipaggiati con GingerBread.

Una soluzione semplice, ma non praticabile da HTC, è quella di eliminare Sense, ed in effetti essa è proprio una delle più praticate dai creatori di firmware alternativi per il Desire, firmware basati su Gingerbread già da tempo e a cui consigliamo gli utenti più esperti di indirizzarsi, per dare un tocco di pan di zenzero al proprio smartphone.

[Via Facebook]

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO