Ingegnere Nokia accusa Elop di aver ucciso MeeGo, ma Elop dice di non sapere di cosa parli

stephen elop

In un clima già molto teso per Nokia, tra le scelte di mercato e la perdita di predominio, nuove dichiarazioni gettano benzina sul fuoco: Felipe Contreras, un ingegnere Senior del software in Nokia, ha dichiarato sul proprio blog di aver ricevuto una mail da parte di Stephen Elop, CEO della compagnia, in cui diceva che uno dei grossi problemi nel portare avanti MeeGo è la mancanza di terminali in programma.

Facciamo un passo indietro: Contreras lavorava all'adattamento hardware per supportare MeeGo, ovvero faceva parte della squadra che si assicurava che l'OS funzionasse correttamente sui terminali. L'ingegnere ha dichiarato che quanto scritto da Elop non ha senso: nessuno tra quelli che conosce crede in ciò che Elop dichiara, in quanto MeeGo può essere utilizzato su qualsiasi terminale si voglia. L'unico procedimento complicato per far sì che MeeGo giri con processore Texas Instruments OMAP deve essere fatto solo una volta. Se Nokia avesse voluto far girare MeeGo anche su altri chip allora sì, ci sarebbe voluto dell'altro lavoro, ma la compagnia avrebbe potuto creare differenti terminali utilizzando l'attuale combinazione software/hardware studiata per il Nokia N9.

In realtà Nokia ha creato in questo modo la maggior parte dei propri cellulari fino ad ora, ovvero ottimizzando Symbian per un chip e poi personalizzando i modelli. Inoltre attualmente Windows Phone gira su un solo chipset: Qualcomm Snapdragon. Questo monopolio permetterebbe a Nokia di non preoccuparsi di adattare l'OS Microsoft a diversi chip, ma limita comunque la varietà di terminali da creare.

Contreras ha quindi fatto notare ad Elop che MeeGo è superiore, ma Elop ha risposto:

Scelgo semplicemente di non concordare con rispetto su diversi punti

ma non ha argomentato ulteriormente.

[Via FelipeC]

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: