Tim introduce la soglia di spesa per il traffico dati prevista dalla delibera AGCOM 326/10

Tim soglia spesa traffico dati Primo tra i gestori italiani, Tim ha introdotto le soglie di spesa per il traffico internet, recependo i dettami delle delibera 326 dell'AGCOM in materia di "Misure di tutela degli utenti dei servizi di comunicazione mobili e personali" del 2 agosto 2010. Un messaggio informativo sta comunicando la novità ai clienti:

TIM: ti è stata attivata gratuitamente la modalità prevista dalla delibera AGCOM 326/10 per proteggerti da un'eccessiva spesa di traffico dati.

La decisione dell'Autorità seguiva di poco un analogo provvedimento europeo riguardante la spesa per il traffico dati in roaming internazionale: agli inizi del giugno 2010 gli operatori del nostro paese si erano adeguati introducendo un limite massimo di spesa. Ci è voluto quasi un anno affinché uno solo dei gestori si adeguasse alla delibera AGCOM: a partire dal luglio 2011, per tutte le linee ricaricabili e in abbonamento, al raggiungimento di una spesa di 60 €, non sarà più possibile effettuare connessioni da cellulare.


Questo limite viene posto per evitare le cosiddette "bollette pazze" dovute ad una navigazione da cellulare in assenza (o al termine dei bundle) di una opzione specifica per il traffico dati. La navigazione viene resa di nuovo disponibile al termine del mese o in caso di specifica richiesta da parte del cliente (chiamata al 119 o attivazione di un'offerta ad hoc).

La soglia è valida indipendentemente dall' apn utilizzato per la navigazione (wap, ibox, blackberry).

Tim ha comunicato l'introduzione di questo servizio anche attraverso un IVR, ascoltabile contattando il 119. Accedendo all'area personale del 119 on line, anche attraverso l'app per iPhone, è possibile visualizzare la spesa effettuata per il traffico dati in assenza di una opzione dedicata.

[via Mondo3]
Soglia spesa traffico dati 119 self iPhone

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: