Google vorrebbe riprendere il controllo degli aggiornamenti Android

android-logo

Google sembra voler andare a scardinare uno dei più grandi problemi per il suo sistema operativo mobile, Android. Il problema in questione è sicuramente quello della frammentazione nella distribuzione degli aggiornamenti, affidati da sempre agli operatori telefonici che per inserire personalizzazioni e nuove UI rallentano e non poco la distribuzione delle nuove versioni del sistema operativo di Google.

Il problema si è posto quando si sono osservati i dati di distribuzione di Android 6.0 Marshmallow che si è fermato solamente all'1.2 per cento della distribuzione globale sui dispositivi. Ad ora infatti i terminali che hanno ricevuto questo aggiornamento sono veramente pochi.

Google però riprenderà in mano Android spostando alcuni componenti del suo OS su Google Mobile Services (GMS). Il cambiamento permetterà a Big G di avere più controllo sul proprio OS e gestire gli aggiornamenti in maniera differente, avendone più controllo, un po' come succede con Apple e Microsoft e lasciando, di conseguenza, meno potere di azione (e personalizzazione) ai vari produttori di smartphone.

Leggi anche: Samsung annuncia il rilascio di Android 6.0 Marshmallow per Galaxy S6, Edge

Ad affermare tutto ciò è Richard Windsor, analista di Edinson Investiment Research che spiega come nello stesso lasso di tempo, iOS 9 era installato sull'87 per cento dei dispositivi. Questa lentezza e frammentazione rende sempre più difficile la diffusione dei servizi di Google stessa che sembra aver voluto riprendere controllo sul proprio sistema operativo.

Ad ora però siamo davanti a una speculazione non sappiamo se Google effettivamente adotterà questa nuova misura per riprendere il controllo del proprio OS. Il processo, qualora dovesse avvenire, sarà lento e graduale.

Via | The Register

  • shares
  • Mail