Google smetterà di frugare nella nostra posta

Buone notizie per tutti gli utenti Gmail, da ora in poi l'azienda di Big G smetterà di mettere il naso all'interno delle nostre caselle di mail gratuite al fine di realizzare migliori campagne pubblicitarie con Google ADS in base ai nostri interessi. Lo afferma Diane Greene, Senior Vice President per Google Cloud, che assicura che da ora in poi le caselle gratuite saranno trattate al pari di quelle business, esenti quindi da scan.

Da sempre Google aveva il vizio di "sbriciare" all'interno delle nostre caselle di posta elettronica al fine di migliorare il servizio, rendendolo più accurato e preciso possibile. Le informazioni raccolte venivano incrociate con quelle della navigazione al fine di creare un profilo sempre più accurato possibile.

Attenzione però, questo non significa che Google non mostrerà più pubblicità su Gmail, ma semplicemente che non utilizzerà le informazioni contenute nelle nostre caselle di posta al fine di creare un profilo pubblicitario. Un passo avanti nella tutela degli utenti da parte di Google.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO