Microsoft ammette che Windows Phone è morto

La notizia era nell'aria da parecchio tempo, scontata ma nascosta ai più, forse per pura non ammissione di colpa. Windows Phone è morto e il suo funerale è indetto dallo stesso Joe Belfiore, colui che più di ogni altra persona aveva creduto e sperato in un progetto tanto interessante.

Con una serie di tweet nella giornata di ieri, Belfiore, ha annunciato ufficialmente che a partire da questo momento Windows Phone e Windows 10 Mobile riceveranno solamente aggiornamenti di sicurezza mentre non sono previste e non saranno previste nuove feature. 

Una notizia che arriva in ritardo, in quanto la piattaforma mobile di Microsoft è morta almeno da un anno ma nessuna ammissione ufficiale era stata fatta prima di oggi. Una brutta notizia alla quale va affiancato un riconoscimento per Microsoft e l'incredibile lavoro svolto per dare vita ad una piattaforma concorrente dei grandi del mercato e per il coinvolgimento degli sviluppatori, vera e propria arma per la breve escalation di Windows Phone e Windows 10 Mobile.

L'addio di Microsoft, ora in via ufficiale, al settore mobile sancisce quello che di fatto è stata la situazione fino ad ora: il mercato OS mobile è a tutti gli effetti un duopolio tra Android e iOS. A quanto pare aver provato a inserire un altro player non ha portato agli effetti sperati.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO