Novità per Android, supporto smartphone pieghevoli e update in-app

Nello stesso momento in cui Samsung mostrava il suo smartphone pieghevole, Google ha annunciato alcune interessanti novità per Android durante il Dev Summit organizzato presso il Computer History Museum a Mountain View. Una di esse è proprio il supporto nativo per questa nuova categoria di dispositivi.

Google ha collaborato con Samsung nello sviluppo dell'interfaccia che sfrutta al meglio le due modalità di funzionamento "folded/unfolded", ovvero quando lo smartphone è aperto o chiuso. Ma l'obiettivo è apportare le necessarie modifiche al sistema operativo, in modo da renderle accessibili a tutti. Ecco perché è stato aggiunto il supporto per i dispositivi Foldables.

Quando chiuso, il dispositivo funziona come un tradizionale smartphone, mentre quando aperto è necessario un adattamento automatico dell'interfaccia, che Google chiama "screen continuity". In pratica i vari elementi grafici vengono riposizionati ogni volta che si passa dalla modalità "folded" a quella "unfolded" e viceversa.

Altra importante novità sono le In-app updates API. Gli sviluppatori potranno implementare due tipi di aggiornamento in-app, ovvero durante l'uso dell'app. Il primo è definito update immediato e viene effettuato quando si tratta di risolvere problemi urgenti, come le vulnerabilità critiche. In questo caso non è possibile interagire con l'app durante l'operazione.

Il secondo tipo è definito update flessibile. L'aggiornamento viene scaricato in background e applicato al successivo avvio. È possibile includere un'opzione per disattivare gli aggiornamenti in-app e per effettuare il download solo in presenza di connessione WiFi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail