AGCOM: nuove multe a Tim e Wind Tre per le bollette a 28 giorni

Due multe a Tim (1,044 milioni e 464mila euro) e una Wind Tre (870mila euro)

L'AgCom ha inflitto pesanti sanzioni a Tim e Wind Tre, ravvisando delle violazioni dei due operatori relative al ritorno alla fatturazione mensile dopo la messa al bando per legge della fatturazione ogni 28 giorni; uno stratagemma che ha consentito in passato alle compagnie telefoniche - tutte - di aumentare gli incassi a discapito dei clienti. L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha sanzionato due volte Tim e una volta Wind Tre.

Alle due compagnie è stata contestata la violazione degli obblighi di trasparenza e del diritto di recesso. Le comunicazioni fatte ai clienti non erano infatti sufficientemente chiare, complete e trasparenti, "risultando non adeguate per comprendere le reali condizioni economiche di cui alla modifica in oggetto e così consentire agli utenti di scegliere se esercitare il diritto di recesso". In alcuni casi nelle comunicazioni inviate ai clienti era stata del tutto omessa la possibilità di recedere dal vincolo contrattuale in forza delle variazioni delle condizioni, come previsto invece dal Codice del Consumo.

Tim è stata multata sulla base di due delibere (la 521/2018 e la 523/2018) per un totale di 1,5mln di euro, mentre nel caso di Wind Tre (delibera 522/2018) la multa ammonta ad 870mila euro.

Le due compagnie avranno 60 giorni per impugnare questi atti davanti al TAR del Lazio.

  • shares
  • +1
  • Mail