i-mate JAMin: la nostra recensione

i-mate JAMinAvevo già annunciato da tempo una recensione dell'i-mate JAMin: finalmente eccola qui.

Quello che abbiamo di fronte è il più recente PDA-Phone prodotto da i-mate che, come ormai ben sappiamo, commercializza tutti dispositivi prodotti dalla taiwanese HTC, acronimo di High Tech Computer Corporation, esattamente come fa Qtek, così che ad ogni modello i-mate corrisponde un modello Qtek dal nome differente e dalla dotazione hardware identica, ma con qualche piccola differenza nel software a corredo.

In particolare l'i-mate JAMin è basato, esattamente come il Qtek S200, sull'HTC Prophet, una palmare telefonico e wireless che riprende linea e dimensioni del celeberrimo HTC Magician (i-mate JAM/i-mate JAM Limited Edition e Qtek S100/Qtek S110).
Vediamo le caratteristiche di questo prodotto: sistema operativo Windows Mobile 5 for Pocket PC (Phone Edition), processore Texas Instruments OMAP850 a 200 MHz, 128 di Flash ROM e 64 MB di RAM, funzioni telefoniche Quad-band GSM/GPRS/EDGE, connettività wireless IrDA, Bluetooth 2.0 e Wi-Fi 802.11b/g, display da 2,8" (risoluzione 240 x 320, 65.000 colori), fotocamera da 2 Megapixel con modalità macro (risoluzione massima 1.600 x 1.200 pixel), funzione Composizione Veloce Vocale, slot SD/MMC (SDIO), batteria da 1.200 mAh, a fronte di dimensioni 108 x 59 x 18 mm e peso 148 grammi. Il prezzo di listino è di 549 Euro.

Le impressioni d'uso di questo dispositivo sono ottime e non nascondo che si tratta attualmente del mio PDA-Phone preferito. A parte la dotazione completa, il JAMin è apprezzabile soprattutto per l'estrema maneggevolezza. È infatti poco più grande di un normale telefono cellulare e più leggero della maggior parte dei computer palmari e dei PDA-Phone in commercio. Questo lo rende molto comodo da usare come telefono, anche senza auricolare.

La praticità d'uso è dovuta anche alla presenza di due pulsanti softkey hardware (purtroppo assenti su altri prodotti analoghi) che consentono finalmente di usare il dispositivo senza ricorrere continuamente al pennino (o, peggio, alle unghie) per accedere alle nuove funzionalità della versione 5 di Windows Mobile. Il blocco pulsanti, quindi, di dimensioni analoghe a quello della serie precedente, comprende ora i due tasti softkey, i pulsanti di inizio e di fine chiamata, due pulsanti di accesso rapido al menu start e alla funzione OK e, infine, il navigatore direzionale.

L'ottima presa sulla scocca è assicurata poi dal materiale antiscivolo usato per realizzarla. Si tratta di uno strato di teflon di colore nero opaco che ricopre il guscio di alluminio che costituisce la scocca stessa.

Il processore è purtroppo leggermente sottodimensionato rispetto alle frontiere raggiunte da altri dispositivi analoghi (ad esempio il Mitac Mio A701 che monta un processore Intel addirittura a 520 MHz), ma anche l'esperto del settore che si cela dietro lo pseudonimo Jack Ventura evidenzia nel suo blog l'utilizzo da parte del produttore HTC di un'architettura dual core (ossia a doppio nucleo) che divide il carico sulla CPU a seconda dei compiti svolti dal dispositivo: da un lato la parte telefonica, dall'altra quella da palmare. Il risultato è quindi una leggera lentezza nell'avvio delle applicazioni (ma non nel loro uso) o nella gestione di software particolarmente avidi di risorse (come i videogiochi), anche dovuto al fatto che su Windows Mobile 5 tutto viene memorizzato nella ROM, più lenta della RAM usata precedentemente. Tuttavia ne guadagnano sia l'autonomia della batteria sia le prestazioni generali del PDA-Phone.

Oltre alle applicazioni di sistema i-mate fornisce inoltre in dotazione (preinstallate) le applicazioni Skype per Pocket PC, utile per l'instant messaging e il VoIP, e un gestore di file compressi ZIP (chiamato semplicemente Zip), oltre ClearVue PDF (un visualizzatore di file Adobe PDF) e l’antivirus eTrust.

Davvero un ottimo prodotto, da consigliare a tutti. [Sito ufficiale i-mate]

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: