Gli operatori telefonici perdono oltre 14 miliardi di dollari a causa dell'instant messaging

Instant Messaging

Comunicare con i nostri amici è sempre più facile grazie agli smartphone. Ci sono infatti sempre più programmi, anche gratuiti, che è possibile usare per parlare con le persone che conosciamo inviando loro dei messaggini di testo o delle “chattine”. Secondo uno studio che è stato effettuato dalla Ovum in riferimento a questo particolare argomento, sembra che i carrier abbiano perso, lo scorso anno, qualcosa come 13,9 miliardi di dollari in SMS non inviati. Facebook Chat, Whatsapp e Yahoo! Messenger sono, da questo punto di vista, i principali “nemici” dalle aziende che forniscono servizi di comunicazioni telefoniche, dato che sono le app più usate per l’instant messaging.

Si tratterebbe, secondo Ovum, di una perdita di denaro generata, oltre che dagli SMS non inviati in sé, anche da un circolo vizioso creato dagli utenti. Se infatti io scarico un’app , sicuramente inviterò a farlo anche i miei amici, in maniera da poter parlare con loro più facilmente e senza costi. A loro volta, i miei amici inviteranno altre persone, creando questo circolo vizioso che, alla fine dei conti, costa diversi miliardi di dollari ai carrier.

E' effettivamente un problema di fronte al quale le varie aziende devono cercare di trovare un rimedio, ma occorre farlo con estrema delicatezza. Una soluzione potrebbe essere, ad esempio, quella di creare una serie di servizi aggiuntivi a quelli classici (ovvero telefonate, SMS e connettività dati) che permettano agli utenti meno “tecnologici” di poter usare facilmente i servizi di instant messaging o VoIP, facendosi pagare magari una certa somma di denaro per usufruire di tale opportunità. Si tratta di una scelta che gli utenti avvezzi alla tecnologia sicuramente non prenderanno in considerazione, ma che l’utente medio potrebbe essere ben felice di pagare, purché il prezzo sia ragionevole.

In ogni caso la sfida di fronte alla quale si trovano i carrier è estremamente delicata e bisogna agire con velocità, ogni anno l’internet mobile aumenta sempre di più e allo stesso modo potrebbero aumentare le perdite potenziali di tali aziende.

Via | gigaom.com

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: