Android, problemi di privacy e permessi

Privacy Android

Curare la propria privacy, quando si naviga in rete, è una cosa fondamentale e lo sappiamo. Il discorso vale sia quando navighiamo con il computer che, forse a maggior ragione, quando si usa lo smartphone. Lo sa bene Android, il sistema operativo mobile di Google, che sta registrando tutta una serie di problemi legati alle autorizzazioni che le app richiedono per poter essere scaricate dal Google Play ed installate sul telefono. Vediamo con precisione di cosa si tratta.

Quando decidi di scaricare un'app dal mercato digitale di Google, la stessa ti richiede autorizzazione ad accedere ad una serie di funzioni del tuo telefono, come l'accesso ad internet o quello a foto e video. Si tratta di una procedura che le app fanno per poter svolgere fino in fondo quello per cui sono state programmate. E' normale, ad esempio, che un browser scaricato dall'app store di Google ti chieda di accedere ad internet, così come un software per catalogare immagini ti richieda autorizzazione per accedere alle foto scattate.

Il problema, per Android, nasce da una serie di fattori. Sicuramente il fatto che quasi mai viene spiegato nel dettaglio perché una data autorizzazione viene richiesta, è un motivo primario. Poi c'è anche il fatto che il più delle volte gli utenti non leggono le autorizzazioni che le app richiedono, scaricando ed installando “alla cieca”.

Google, dal canto suo, ha replicato dicendo che le autorizzazioni sono state pensate e sviluppate tempo fa, quando quasi tutto il contenuto generato dall'utente (come foto e video) era salvato su una MicroSD. Ora che tanti telefoni hanno una grande memoria interna, queste autorizzazioni iniziano ad avere delle falle e bisognerebbe effettivamente ripensarle.

Lo scorso mese il New York Times ha dimostrato come, a causa proprio di una di queste falle, una app per catalogare foto potrebbe tranquillamente prendere le tue foto dal telefono e uploadarle online, richiedendo solo autorizzazione ad accedere ad internet.

Quando si scaricano app bisogna stare attenti prima di tutto a cosa si scarica, poi anche a cosa si autorizza, poiché, in seguito, ci si potrebbe trovare con una serie di gravi problemi di privacy.

Via | pcworld.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO