Google Assistant anche sui feature phone

Google annuncia i suoi prodotti durante eventi dedicati. Nonostante ciò, l'azienda di Mountain View è presente al CES 2019 di Las Vegas con un enorme stand che nasconde un piccolo parco divertimenti con tanto di monorotaie. Per l'occasione sono stati svelati alcuni dati sull'assistente personale.

Google Assistant, annunciato al Google I/O 2016, sarà disponibile su un miliardo di dispositivi entro fine gennaio. Si tratta di un traguardo molto importante, considerato che a maggio 2018 era presente su circa 500 milioni di device. A titolo di confronto, Amazon Alexa può essere utilizzato solo su circa 100 milioni di dispositivi. La differenza è ovviamente dovuta alla popolarità di Android. Infatti la maggioranza dei prodotti con l'assistente integrato sono smartphone. È in costante aumento però il numero di smart speaker e altri device per la smart home.

Google Assistant è oggi disponibile in 80 paesi e 30 lingue. Il numero di utenti attivi è quadruplicato in un anno (ma non è noto il numero esatto). Il prossimo passo è estendere la piattaforma, aggiungendo il supporto ad altri dispositivi. Manuel Bronstein, responsabile della divisione, ha promesso l'arrivo dell'assistente personale sui feature phone, telefoni molto utilizzati nei paesi emergenti.

Questi dispositivi non hanno schermi touch e la scrittura di testo è troppo complicata. Utilizzando invece i comandi vocali l'operazione diventerà più semplice. Maggiori dettagli sul futuro di Google Assistant verranno comunicati durante il Mobile World Congress 2019 di Barcellona (25-28 febbraio).

  • shares
  • +1
  • Mail